Teatro san Giuseppe Faenza

storia del Concorso Rassegna

Teatroinsieme

 

 

le prime 24 edizioni 1982-2005:

programmi – assegnazione dei premi – verbali della giuria

 

Abbiamo ritenuto opportuno ricordare con questo opuscolo fatto in casa le 24 edizioni di questa Rassegna-Concorso, chiamata TEATROINSIEME.

Ci è stato facile trovare l'elenco delle Compagnie partecipanti, perchè conservato in archivio, ma non così per tutte le premiazioni. Anche la ricerca sui giornali dell'epoca (Resto del carlino e Il Piccolo) non ha dato risultati positivi. Rimangono quindi delle lacune sui premiati e su alcuni premi consegnati. La maggioranza delle ceramiche-premio sono del laboratorio di Luciano Sangiorgi.

Vogliamo ricordare le persone che hanno avuto l'idea ,qui elencate in ordine alfabetico: Giandomenico Sacchini, Mario Venturelli, Roberto Piazza, Roberto Montalbini, sostenute ed incoraggiate dal parroco don Dionisio Vittorietti.

La Rassegna, partita con sette Compagnie, è aumentata fino ad averne nelle ultime edizioni ben 12. Il bello della Rassegna è l'aver coinvolto e portato sulla piazza faentina le migliori Compagnie della Romagna.

Ringraziamo per il Patrocinio l'Assessorato alla cultura del Comune di Faenza, per l'aiuto economico gli sponsors ed in particolare la Cassa Rurale ed Artigiana di Faenza, che negli anni ha assunto varie denominazioni fino ad essere oggi il Banco di Credito Cooperativo Ravennate ed Imolese.

Voglio ricordare che ora varie persone s'impegnano per la Rassegna e sempre allo stesso prezzo: senza alcun compenso! E' solo grazie al loro aiuto che ci è possibile continuare e speriamo ancora per tanti anni!

per il gruppo di gestione del teatro

don Tarcisio Dalle Fabbriche

 

 

post scriptum

Alla premiazione della 25a Rassegna-concorso (8 aprile 2006) a tutte le Compagnie è stato consegnato il presente lavoro. Il 10 aprile Giovanni Berdondini direttore del Teatro Romagnolo D.L.F. di Faenza gentilmente mi ha inviato fotocopia di giornale in merito alla premiazione del primo e del sesto Concorso. Lo ringrazio per la cortesia che permette di colmare buona parte delle lacune della nostra segreteria.

 

 

 

 

 


 

1a RASSEGNA-CONCORSO (1982)

 

La Rassegna nasce nel 1982 con 6 Compagnie:

 

9 gennaio 1982 il Teatro Romagnolo D.L.F.di Faenza presenta:

CHILINO E FEDEREL di G. Longanesi

 

16 gennaio 1982 la Compagnia Gli amici della Casa di Riposo di Faenza presenta:

A MASET UI PIASEVA E VEN di Angelo Gallegati

 

23 gennaio 1982 la Nuova Compagnia Marradese presenta:

E PASCIA' D'LA VAL VERDA di E Cola

 

30 gennaio 1982 la Compagnia filodrammatica Al Ciacar di S.Francesco presenta:

L'ISTE' AD SAN MARTEN di Marta Dapporto Bertoni

 

6 febbraio 1982 la Filodrammatica A.P. Berton del Borgo Durbecco presenta:

LA SCARANA D'BALOCH di Luigi Mazzoni

 

13 febbraio 1982 il Teatro Popolare Romagnolo -Faenza presenta:

LA BUSEJA di Alfredo Visani

 

 

Il 27 febbraio avviene la premiazione. Sono stati premiati per:

- la miglior compagnia il TEATRO POPOLARE ROMAGNOLO

- il miglior copione Luigi Mazzoni per La scarana d'Baloch interpretato dalla Compagnia la Berton

- la miglior regia Roberto Montalbini del Teatro popolare romagnolo

- la miglior interprete femminile ex aequo a Elde Reggiani (Teatro popolare romagnolo) e a Ondina Longanesi del Teatro Romagnolo D.L.F. Di Faenza

- il miglior interprete maschile a Giovanni Berdondini del Teatro romagnolo D.L.F. Faenza

- la miglior caratterista a Renzo Pompignoli (Compagnia Al ciacar di S. Francesco)

- la miglior scenografia alla Nuova Compagnia Marradese

- il miglior trucco alla Compagnia Gli amici della Casa di Riposo di Faenza

A tutte le compagnie è stata consegnata una targa e a tutti gli attori una medaglia

La sera della premiazione è stata eseguita fuori concorso la Commedia E SGNOR di Roberto Montalbini

 

 

 


 

2a RASSEGNA-CONCORSO (1983)

 

Vengono invitate 7 Compagnie, ma solo sei partecipano al Concorso

 

15 gennaio 1983 la Compagnia dialettale La Caveja di Ravenna presenta:

CH'LA BELA FAMIULENA di Eligio Cottignoli

 

22 gennaio 1983 la Compagnia Cinecircolo del Gallo di Forlì presenta:

DU MARID E LA ZONTA di Alfredo Pitteri

 

29 gennaio 1983 la Compagnia dialettale La Rumagnola di Bagnacavallo presenta:

SOTA CHI TOCCA di Bruno Marescalchi

 

5 febbraio 1983 la Nuova Compagnia Marradese presenta:

UN BRANCH ED PIGUR MATI di Ermanno Cola

 

12 febbraio 1983 la Filodrammatica A.P. Berton di Borgo Durbecco Faenza presenta:

LA PANIRA E LA VARTO' di Luigi Antonio Mazzoni

 

19 febbraio 1983 il Teatro popolare Romagnolo di Faenza presenta:

SE'... AMARCORD di Aldo Cappelli

 

 

Stessa formalità di premiazione della prima rassegna. Ogni Compagnia riceve del proprio spettacolo un verbale scritto dal prof Alfredo Visani, che viene inviato in visione a tutte le compagnie partecipanti. Purtroppo in archivio non abbiamo i nomi dei premiati.

 

La sera della premiazione (5 marzo) la Compagnia Il giorno dopo di san Giuseppe presenta:

IL NOSTRO PROSSIMO di Alfredo Testoni

 

 


 

3a RASSEGNA- CONCORSO (1984)

 

28 gennaio 1984 la Filodrammatica A.P. Berton di Borgo Durbecco presenta:

FRAZCON L'HA VENT E LOTT di Athos Setti e Giuliano Bettoli

 

4 febbraio 1984 la Compagnia C.D.T. la Rumagnola di Bagnacavallo presenta:

LA SUNAMBULA di Guido Lucchini

 

11 febbraio 1984 la Compagnia dialettale Romagnola ENDAS La Caveja di Ravenna presenta:

L'INGAMBARLE' di Bruno Marescalchi

 

18 febbraio 1984 la Compagnia GLI AMICI DELLA CASA DI RIPOSO di Faenza presenta:

UNA CA' IN CAMPAGNA di Angelo Gallegati

 

25 febbraio 1984 la Compagnia Teatro Popolare Romagnolo di Faenza presenta:

LA FURBITE' DE BDOC di Alfredo Visani

 

3 marzo 1984 il Cinecircolo del Gallo di Forlì presenta:

SE TOTT I BECH J'AVESS E LAMPION AC FATA ILLUMINAZION! di A Pitteri

 

10 marzo 1984 serata della premiazione la Compagnia il Gruppo del giorno dopo di s. Giuseppe che presenta:

DA GIOVEDI' A GIOVEDI' di Aldo De Benedetti

 

 

Stessa formalità di premiazione, ma questa volta abbiamo l'elenco dei vincitori: il comitato di esperti, composto da Lasi Maria, Errani Lassalle, Timoncini Lauro, si è riunito il 4 marzo ed ha emesso il seguente verbale:

 

Il comitato, presa visione delle votazioni del pubblico e dopo un approfondito ed attento esame delle valutazioni personali, dichiara vincenti del 3° concorso TEATRO INSIEME:

MIGLIOR SCENOGRAFIA E TRUCCO Cinecircolo del Gallo Forlì

MIGLIOR CARATTERISTA Anselmo della Quercia del teatro popolare Romagnolo di Faenza per la parte di CAMUREZI

MIGLIOR INTERPRETE MASCHILE A. Parmiani della Rumagnola di Bagnacavallo per la parte di Stopa

MIGLIOR INTERPRETE FEMMINILE Rita Gallegati della A.P. Berton di Faenza per la parte di Isulina

MIGLIOR REGIA Luigi Antonio Mazzoni con la Commedia Frazcon l'ha vent e lot

MIGLIOR COPIONE una Ca in campagna di Angelo Gallegati, rappresentata dalla Compagnia Gli amici della casa di riposo di Faenza

MIGLIORE COMPAGNIA la Filodrammatica A.P. Berton del Borgo Durbecco di Faenza

Il comitato ritiene peraltro di dover segnalare che tutte le compagnie, indipendentemente dal lavoro rappresentato, si sono distinte per spirito inventivo, conoscenza del dialetto e dei mezzi tecnici e teatralità, per cui il livello medio generale è risultato più che discreto. Apprezzabile anche l'inserimento di giovani attori.

 

 


 

4a RASSEGNA CONCORSO (1985)

 

2 febbraio 1985 il Teatro Popolare Romagnolo di Faenza presenta:

E PIZGOR D'LA NUBILTE' di Ermanno Cola

 

9 febbraio 1985 la Compagnia dialettale E Teatar Fainten di Faenza presenta:

LA CUMEGIAdi Primo Solaroli

16 febbraio 1985 la Cumpagneia de bonumor di Granarolo Faentino presenta:

SO E ZO ' PR'AL SCHEL di Ermanno Cola

 

23 febbraio1985 la Compagnia Nuovo Teatro Romagnolo d.l.f. Di Faenza diretta da G Berdondini presenta: 

LA BROJA di Bruno Gondoni

 

2 marzo 1985 la Compagnia A.P.Berton di Faenza presenta:

E TEMP... CH'FATA CAROGNA di F. Roberto e G. Bettoli

 

9 marzo 1985 la Compagnia J'Amigh de stradon della Casa di Riposo di Faenza presenta:

E RE DE PETROLI di Angelo Gallegati

 

 

Premiazione il 23 marzo alle ore 21 e poi la Commedia I MATTI RABUSI di L.A. Mazzoni e G. Bettoli a cura della Compagnia A.P.Berton di Faenza.

Delle compagnie in concorso esiste la valutazione del prof Alfredo Visani ed il verbale di premiazione redatto oltre che da Visani anche da Lasi Maria, Timoncini Lauro, Errani Lasalle

 

18 marzo 1985 4° Concorso Teatroinsieme Motivazione dei premi.

SCENOGRAFIA E TRUCCO: Compagnia E teatar fainten. Per l'originale impostazione ambientale di un teatro nel teatro e per l'idea creativa realizzata in maniera funzionale e con gusto. Lodevole la cura dei costumi,

CARATTERISTA: all'attore Giovanni Berdondini Nuovo Teatro d.l.f. che nella parte di Garaflì (La Broja) si è espresso con ammirevole senso di umanità e preziosità artistica.

INTERPRETE MASCHILE EX AEQUO: All'attore Giuliano Todeschini (Compagnia E teatar Fainten, nella parte di Mastro Rampa (la Cumegia) e all'attore Remo Solaroli del Teatro Popolare Romagnolo nella parte di Primo (E pizgor d'la nubiltè) per la notevole professionalità interpretativa, arricchita da matura sicurezza mimica e di movimento.

INTERPRETE FEMMINILE: all'attrice Elde Reggiani Nuovo teatro romagnolo d.l.f.,che nella parte di Maria (La Broja) si è riconfermta attrice di elevato valore artistico e di grande sensibilità umana e sociale, che ha saputo realizzare e comunicare in maniera commovente e suggestiva.

REGIA: Luigi Antonio Mazzoni Compagnia A.P.Berton, che ha confermato in modo egregio le sue doti di di fantasia, originalità e buon gusto,riuscendo a vivacizzare un testo di modesta risorsa scenica.

COPIONE: a la Broja di Bruno Gondoni, ormai ritenuto un classico del teatro dialettale romagnolo, per l'elevato livello dei valori umani, la teatralità della realizzazione scenica e l'autenticità dei numerosi personaggi rappresentati

COMPAGNIA: Nuovo Teatro Romagnolo d.l.f. Di Faenza, per l'eccellente insieme di attori e operatori, che hanno dato vita a un complesso di elevato valore, in una realizzazione scenica di notevole difficoltà.

Inoltre il comitato di esperti segnala per un meritato riconoscimento la Cumpagneia de bonumor di Granarolo che al suo primo debutto ha dimostrato un ammirevole impegno e una validità recitativa che consentirà di ottenere ottimi risultati.

E la compagnia J' amigh de stradon per la lodevole ricerca di impostazione originale del teatro dialettale.

 

 

 


 

5a RASSEGNA (1986)

 

11 gennaio1986 Il TEATRO ROMAGNOLO CITTA' DI FAENZA presenta:

TOT A SEN UN PO' TOC di Bruno Gondoni

 

18 gennaio 1986 il CIRCOLO DEL GALLO di FORLI' presenta:

SE TOTT I BECH J'AVESS E LAMPION AC FATA ILLUMINAZION! di Alfredo Pitteri

 

25 gennaio 1986 il TEATRO POPOLARE ROMAGNOLO di FAENZA presenta:

L'OMAN INVISEBIL di Ermanno Cola

 

1 febbraio 1986 la CUMPAGNEIA DE BONUMOR di Granarolo Faentino presenta:

L'AMOR L'E' FAT PAR I ZUVAN di Ermanno Cola

 

15 febbraio 1986 la Compagnia La RUMAGNOLA di BAGNACAVALLO presenta:

L'INGARBOJ di Zambaldi-Cellini

 

22 febbraio 1986 la Compagnia P.G. FRASSATI di PIEVE CORLETO presenta:

UNA BANCA A CLETAR MOND di L.A. Mazzoni

 

1marzo 1986 la FILODRAMMATICA A.P. BERTON di Faenza presenta:

SULLE TRACCE DI MIRANDOLINA

 

 

Premiazione il 15 marzo e poi fuori concorso a cura del TEATRO POPOLARE ROMAGNOLO presenta TANTO AMORE PER NULLA. Relazione della giuria a firma di Alfredo Visani e Lasi Maria

 

Il Concorso, nel complesso, è riuscito soddisfacente, sia per i testi rappresentati, sia per l'affluenza del pubblico. Le Compagnie che si sono alternate sono tutte a un buon livello artistico. Si è notata molta serietà di impegno, che rivela una lodevole volontà di valorizzare e incrementare il teatro dialettale. Siamo in un periodo di transizione, nel quale il nostro dialetto nell'uso parlato non è più integrale e genuino, ma si avvale di intercalari di vocaboli e frasi di lingua. Tuttavia in due recite la prevalenza dell'italiano ha sommerso eccessivamente la parlata romagnola, svisando il tema fondamentale dell'iniziativa. La giuria, riunita per giudicare l'esito del concorso, ha raggiunto un accordo unanime e motivato nella determinazione dei valori delle singole rappresentazioni, dopo di che ha analizzato le votazioni date dagli spettatori ed ha avuto la soddisfazione di constatare che il giudizio del pubblico è stato identico a quello degli esperti.

Assegnazione dei premi

1° premio: L 250.000 e trofeo della Cassa Rurale ed Artigiana alla Compagnia LA RUMAGNOLA di Bagnacavallo che ha presentato L'ingarboj di Zambaldi-Cellini

Motivazione: Con un testo divertente e scorrevole, anche se cede nel terzo atto, la Commedia ha offerto un'ottima interpretazione e una realizzazione scenica ben curata, vivace e di buon effetto. Scenografia funzionale e realizzata con semplicità e buon gusto. Il complesso degli attori si è rivelato ottimo: Sono particolarmente emersi Parmiani Arturo, Maria Baioni, Emanuela Baioni, Taroni Vittorio. Peccato che il pubblico, a causa della neve e del festival di Sanremo, abbia largamente disertato il teatro.

2° premio: L. 150.000 e Trofeo della Cassa Rurale ed Artigiana, alla Compagnia TEATRO POPOLARE CITTA' DI FAENZA che hapresentato Tot a sen un po' toc di Bruno Gondoni

Motivazione: Commedia di notevole difficoltà di realizzazione. Tocca temi di interesse attuale e motivi sentimentali e umani sempre recepibili dal pubblico. La Compagnia, tolta qualche scena secondaria incerta e qualche figura un po' spenta, ha affrontato e risolto egregiamente una sceneggiatura complessa, manovrata con una varietà di figure di diversa e contrastante personalità. Ottime le interpretazioni di Elde Reggiani, Giovanni Berdondini Oriana Bellini, Giacomo Rafelli e i coniugi Bettoli.

3° premio: L 100.000 e trofeo della Cassa Rurale ed Artigiana alla Compagnia

CINECIRCOLO DEL GALLO di FORLI' che ha presentato Se tot i bech j'avess e lampion. ac fata illuminazion! di Alfredo Pitteri

Motivazione: La Compagnia, alle prese con un copione prolisso e di scarso interesse, è riuscita a dare vita e credibilità alla animazione scenica, ottenendo largo consenso dal pubblico. I migliori attori sono apparsi Walter Rabiti, Bruno Casalboni, Elio Angelucci, Mauro Fabbri.

Il premio in ceramica per il miglior copione inedito è stato assegnato al testo Una banca a cletar mond di Luigi Antonio Mazzoni, presentato dalla Compagnia Pier Giorgio Frassati di Pieve Corleto con la seguente motivazione: Il testo tratta un tema sostanzialmente non nuovo, ma architettato in modo originale ed estroso. E' un misto di realismo (nel gioco dei sentimenti ) e di fantasia colorita da spunti simbolici. Nella realizzazione scenica prevale l'atteggiamento anticonformistico, con sequenze trattate con preziosità che sa di virtuosismo. La vicenda ha in parte poca presa emotiva sul pubblico: domina l'artificio scenico. Lo spettacolo è tutto puntato sulla regia, che ha operato quasi esclusivamente nel lodevole tentativo della ricerca di teatro nuovo.

 

 


 

6a RASSEGNA-CONCORSO (1987)

 

10 gennaio 1987 la Filodrammatica A.P. Berton di Faenza presenta:

GALENA VECIA di Augusto Novelli – riduzione Mauro Cattani e Luigi Mazzoni

 

17 gennaio 1987 il Piccolo teatro della Città di Ravenna presenta:

GIUVANINO di Bruno Marescalchi

 

24 gennaio 1987 il Cinecircolo del Gallo di Forlì presenta:

U'S' MARIDA MINGO' di Alfredo Visani

 

31 gennaio 1987 il Teatro Romagnolo Città di Faenza presenta:

GIGI' E GARZON DI FRE' di A Berdondini

 

7 febbraio 1987 la Compagnia comico dialettale E Carador di Forlì presenta:

SEL E PEVAR di V. Zileri

 

14 febbraio 1987 il Teatro popolare Romagnolo di Faenza presenta:

E MOND L'E' UNA GHEBA D' METT di Alfredo Visani

 

21 febbraio 1987 La Compagnia dialettale La Rumagnola C.D.T. di Bagnacavallo presenta:

E' PIZARDO' DAL STEL di Guido Lucchini

 

28 febbraio 1987 la Cumpagneia de bonumor di Granarolo faentino presenta:

QUAND CHE FINESS L'ISTE' di Ermanno Cola

 

 

Il 7 marzo è avvenuta la premiazione, non abbiamo il verbale, ma dal giornale apprendiamo che il primo premio è stato assegnato alla Compagnia La Berton che ha interpretato Galena vecia. Il secondo premio ex aequo al Teatro popolare romagnolo e a la Rumagnola di Bagnacavallo. Una segnalazione particolare per i costumi e la scenografia alla Compagnia di Granarolo faentino. Ha concluso la serata il Gruppo Teatrale Romagnolo la Compagine di S Lorenzo con DO ZIMNE' D' FARENA (cl'ingarboj de mircul matena) di Gianni Parmiani.

 

 

 


 

7a RASSEGNA -CONCORSO (1988)

 

9 gennaio 1988 la Compagnia Cinecircolo del Gallo di Forlì presenta:

A.S.M.A. Agenzia Segreta Matrimoni Affini di Celati e Forti

 

16 gennaio 1988 la Compagnia Gad. Città di Lugo presenta:

LA CAMISA D'LA MADONA di Corrado Contoli

 

23 gennaio 1988 la Compagnia La Rumagnola di Bagnacavallo presenta:

QUAND C'LAI VO L'HAI VO di Guido Lucchini

 

30 gennaio 1988 la Compagnia E Carador di Forlì presenta:

AV PRESENT E MI MUROSdi Lorenzo Tini

 

6 febbraio 1988 la Compagnia La Compagine di san Lorenzo di Lugo presenta:

QUAND CH'US RASONA D'AMOR di Paolo Parmiani

 

13 febbraio 1988 la Compagnia Teatro popolare Romagnolo di Faenza presenta:

NON TI PAGO di Edoardo de Filippo tradotti in dialetto romagnolo da Piero Ronchi

 

20 febbraio 1988 La Cumpagnì dla Zercia di Forlì presenta:

RIDAR DA MURI' di Paolo Maltoni

 

27 febbraio 1988 la Compagnia Piccolo Teatro Città di Ravenna presenta:

E' GALL D'LA CHECCA di A. Testoni

 

5 marzo 1988 la Cumpagneia de bonumor di Granarolo Faentino presenta:

E VER AMOR UNA BOTA E UN FIOR di Ermanno Cola

 

 

Il 12 marzo ha luogo la serata della premiazione e la Compagnia Amici del teatro di Cassanigopresenta:FET SCHIRZ CHE FA L'AMOR testo della Compagnia. Ecco il verbale della premiazione:

Verbale del comitato degli esperti del VII° Concorso TEATRO INSIEME in parlata romagnola, organizzato dalla Comunità s. Giuseppe e dal quartiere zona industriale, col patrocinio della Cassa Rurale ed Artigiana di Faenza, riunitosi il 6 marzo per l'assegnazione dei tre premi a concorso.

Il Comitato, presa visione dei risultati delle 1625 schede votate dal pubblico (media 180 schede circa per recita) e dopo approfondita e attenta valutazione degli spettacoli presentati dalle nove compagnie partecipanti, ha così deliberato:

3° Premio (L. 100.000 e trofeo della Cassa Rurale ed Artigiana di Faenza ) alla Compagnia di Faenza TEATRO POPOLARE ROMAGNOLO con la commedia NON TI PAGO di Edoardo De Filippo, tradotta in dialetto romagnolo da Piero Ronchi, per la spigliata e fluida interpretazione e la decorosa ed accettabile realizzazione dell'ambiente in cui l'azione si svolge, resa oltremodo difficile dalla trasposizione in Romagna di situazioni e personaggi tipicamente napoletani.

2° Premio (L.150.000 e Trofeo della Cassa Rurale ed Artigiana di Faenza) alla Compagnia di Forlì, CUMPAGNI' DLA ZERCIA che ha interpretato RIDAR DA MURI' di Paolo Maltoni,distinguendosi per l'estrema cura e credibilità con cui ha rappresentato una vicenda non certo originale ma che ha permesso di evidenziare una marcata professionalità e l'impiego di un vernacolo di buona efficacia espressiva.

1° Premio (L.250.000 e Trofeo della Cassa Rurale ed Artigiana di Faenza) alla compagnia di San Lorenzo di Lugo La Compagine che con le sue divagazioni sull'amore in QUAND CH'US RASONA D'AMOR , parole e musica di Paolo Parmiani, ha indubbiamente dimostrato una completa capacità interpretativa ed una ricca duttilità mimica ed espressiva confermando una elevata maturità artistica e professionale in un intreccio di situazioni fresche e misurate senza scadere nei toni e nei ritmi.

Il Comitato ritiene peraltro di dover segnalare pubblicamente l'impegno, l'organizzazione scenica, lo spirito d'inventiva, la conoscenza del dialetto e dei mezzi tecnici messi in opera da tutte e nove le Compagnie, qualità queste, che hanno permesso di portare il livello della rassegna ad un risultato più che accettabile ed a giustificare pienamente l'alto gradimento del pubblico.

Apprezzabile infine, la partecipazione dei giovani attori ed auspicabile un loro sempre maggiore inserimento per la continuità, anche in palcoscenico, della nostra bella e colorita parlata romagnola.

 

 

 


 

8a RASSEGNA -CONCORSO (1989)

 

7 gennaio 1989 la Compagnia dei giovani di Chiusura presenta:

I PERSICHETTI IN MUNTAGNA  di Alfredo Testoni

 

14 gennaio 1989 la Compagnia Piccolo Teatro di Ravenna presenta:

AL TATAR di Eugenio Guberti

 

21 gennaio 1989 la Compagnia dla Zercia di Forlì presenta:

LA STRE VECIA PAR LA NOVA di Paolo Maltoni

 

28 gennaio 1989 la Compagnia Cinecircolo del Gallo di Forlì presenta:

GAGLIUNAZ di Alfredo Pitteri

 

4 febbraio 1989 la Compagnia de bonumor di Granarolo Faentino presenta:

AZIDENT A C'LA MELA!! di Ermanno Cola

 

11 febbraio 1989la Compagnia A.P.Bertondi Faenza presenta:

L'E' TOTA DA RIDAR di Luigi Antonio Mazzoni

 

18 febbraio 1989 la Compagnia Amici del teatro di Cassanigo presenta:

PENSA A LA SALUT a cura della Compagnia

 

25 febbraio 1989 la Compagnia La Compagine di S.Lorenzo di Lugo presenta:

UNA STORIA DA POCH di Paolo Parmiani

 

4 marzo 1989 la Compagnia Teatro popolare Romagnolo di Faenza presenta:

LA SCOSA ELETRICA di Ermanno Cola

 

11 marzo 1989 la Compagnia La Rumagnola di Bagnacavallo presenta:

E' GIAVULONI di Paolo Maltoni

 

 

Il 18 marzo ha avuto luogo la premiazione e poi la serata dedicata alla Poesia Romagnola condotta da Claudio Tura di Teleuno con la partecipazione del coro I Filarmonici di Forlì, diretti da Mauro Neri. Ecco premessa e motivazione della premiazione:

Prima di dare inizio alla premiazione dell'VIII Rassegna-Concorso TEATROINSIEME, organizzato, come le precedenti sette edizioni dalla Comunità di san Giuseppe e dal Quartiere Zona Industriale con il patrocinio della Cassa Rurale ed Artigiana di Faenza vorrei ricordare almeno due cose: la prima riguarda lo scopo di questa iniziativa e la seconda lo spirito con cui il Comitato, così detto degli esperti, ha elaborato la graduatoria finale tenendo nel debito conto anche le vostre schede e senza perdere di vista lo scopo. Ma quale era lo scopo di questa inziativa? Favorire l'incontro fra giovani e meno giovani.

Continuare la tradizione della nostra parlata romagnola non disgiunta da tematiche attuali

Offrire a tutti piacevoli serate.

A nostro giudizio tutti questi obiettivi sono stati ampiamente raggiunti per merito vostro e di tutte le compagnie che si sono esibite.

E il Comitato?

Conoscendo i tanti problemi ed i sacrifici che queste compagnie dilettantistiche od amatoriali (come si usa chiamarle adesso) devono affrontare per sopravvivere,il comitato ha cercato di arrivare ad un giudizio complessivo che tenesse conto dei maggiori meriti degli uni senza disconoscere quelli degli altri (ma le scelte sono sempre selettive!) e questo per non scoraggiare nessuno ed incrementare gli stimoli verso un continuo miglioramento sia delle compagnie che dei nuovi testi che speriamo vedere negli anni a seguire ed aggiunge, infine, un invito agli autori a non continuare a scrivere le solite commedie perchè il pubblico vuole solo ridere senza porsi problemi. Il mondo, come i gusti della gente, sta velocemente cambiando ed il dialetto può sopravvivere e continuare ad essere realtà solo se diventa un mezzo di conoscenza e di contrapposizione all'ottica condizionante della cultura ufficiale e neanche le traduzioni dall'italiano sono una soluzione. Icilio Missiroli diceva infatti:Le commedie tradotte sono come le donne, se sono belle non sono fedeli e se sono fedeli sono brutte. Detto questo diamo lettura al verbale:

Verbale del Comitato degli esperti dell' VIII concorso TEATROINSIEME, in parlata romagnola, riunitosi il 12 marzo 1989 per l'assegnazione dei tre premi a concorso.

Il Comitato presa visione dei risultati delle 1683 schede compilate dal pubblico e dopo approfondita ed attenta valutazione degli spettacoli presentati dalle dieci compagnie partecipanti, ha così deliberato:

Compagnia 3a classificata (£ 100.000 e trofeo Cassa Rurale ed Artigiana di Faenza):AMICI DEL TEATRO DI CASSANIGO con PENSA A LA SAUT, testo brillante della compagnia stessa realizzato in chiave moderna senza sbavature e con colpi di scena azzeccati e gustosi che, oltre a mettere in mostra compattezza ed omogeneità di recitazione e regia, ha evidenziato discrete individualità specialmente femminili.

Compagnia 2a classificata (£ 150.000 e trofeo della Cassa Rurale ed Artigiana di Faenza):PICCOLO TEATRO CITTA' DI RAVENNA con AL TATAR di Eugenio Guberti per la minuziosa e signorile realizzazione con cui è stato recuperato un antico testo e per il modo con cui ha fatto rivivere gli umori, i capricci e i puntigli umani di una tipica famiglia cittadina romagnola di inizio secolo per mezzo anche di proprietà dialettali non comuni.

Compagnia 1a classificata (£ 250.000 e trofeo della Cassa Rurale ed Artigiana di Faenza): COMPAGNIA DLA ZERCIA DI FORLI' con la STRE VECIA PAR LA NOVA di Paolo Maltoni per la non facile impresa di far accettare e rendere credibili anche nel mondo contadino, tematiche attuali e contrastanti realtà, manifestando, nell'insieme, ottime capacità interpretative e duttilità mimica ed un notevole livello artistico in alcune individuali(tà).

Il Comitato ritiene infine di menzionare pubblicamente le Compagnie BERTON e LA COMPAGINE di s Lorenzo di Lugo che, con L'E' TOTA DA RIDAR e UNA STORIA DA POCH, rispettivamente di Luigi Antonio Mazzoni e Paolo Parmiani, hanno decisamente contribuito a immettere originalità e novità nel mondo del teatro dialettale.

 

 

 


 

9a RASSEGNA -CONCORSO (1990)

 

13 gennaio 1990 il Teatro Romagnolo Città di Faenza presenta:

GIANFUZU 90 di Berdondini-Cola-Tomoncini

20 gennaio 1990 il GAD città di Lugo presenta:

..E SERA CHE CANZEL...!!! di Aldo Benedetti tradotto in romagnolo da F. Pirazzoli -A.Berti-B. Negroni

 

27 gennaio 1990 la Compagnia dialettale Romagnola La Caveja presenta:

E SISTEMA NERVOS di Vittori Bulgarelli

 

3 febbraio 1990 la Cumpagnì dla Zercia presenta:

E NID DLA FARLOTA di Paolo Maltoni e Giovanni Spagnoli

 

10 febbraio 1990 A.P. Berton presenta:

TRI DE' INT E FORAN VECC di L.A. Mazzoni da El curtil del cassinett di R. Zago

 

17 febbraio 1990 Cinecircolo del Gallo presenta:

E' PARSOT DEL SIGNOR di Giovanni Spagnoli

 

24 febbraio 1990 E Teatre Rimnes presenta:

E BDOC ARTFAT di Guido Lucchini

 

3 marzo 1990 Cumpagneia de bonumor una bocia e un fior presenta:

AS POL SAVE' CHI ' CMANDA di Vincenzo Barberini

 

10 marzo 1990 Piccolo Teatro della città di Ravenna presenta:

A BE AGL'JACQV (ALLE TERME) di Delmo Fenati

 

17 marzo 1990 Teatro popolare di Faenza presenta:

FOLA FULANTA di Delmo Fenati

 

 

Il 24 marzo avviene la premiazione seguita da CAROSELLO DI FARSE a cura del Gruppo Comico Dialettale De Bosch. Ecco il verbale della premiazione:

Verbale del Comitato degli esperti del 9° Concorso TEATROINSIEME in parlata romagnola, organizzato dalla Comunità di s.Giuseppe e dal Quartiere zona industriale con il patrocinio della Cassa Rurale ed Artigiana per l'assegnazione dei premi a concorso.

Il Comitato, presa visione dei risultati delle 1333 schede compilate dal pubblico,inerenti alle nove rappresentazioni che si sono susseguite dal 20 gennaio al 17 marzo,dopo ampia ed attenta analisi degli elementi di classificazione e giudizio, ha così deliberato:

-TROFEO CASSA RURALE ED ARTIGIANA di Faenza per la Compagnia III° classificata – G.A.D. Città di Lugo con E SERA CHE CANZEL di Aldo De Benedetti, adattata e ridotta in dialetto romagnolo da Pirazzini-Berti -Negroni con la regia di Roberto Vittoriani, per il buon ritmo, la scenografia accurata e razionale, la signorilità dell'abbigliamento femminile e le discrete capacità interpretative evidenziate, con una particolare citazione alla signora Giulia Spadoni per la sua interpretazione incisiva e da manuale.

-TROFEO CASSA RURALE ED ARTIGIANA di Faenza per le due compagnie II° classificate ex aequo

Cumapgni dla zercia di Forlìcon E NID DLA FARLOTA di Paolo Maltoni e Giovanni Spagnoli con la regia di Claudio Tura, per aver dimostrato ancora una volta di saper evidenziare nel modo migliore un vetusto ambiente contadino con l'impiego di un vernacolo estremamente preciso e di sicura efficacia espressiva reso più valido e credibile da una efficace capacità interpretativa.

Teatro popolare di Faenza con FOLA FULANTA di Delmo Fenati con la regia di Roberto Montalbini, per l'abnegazione, la costanza ed il coraggio d'aver allestito e portato in scena un testo, certamente in rotta di collisione con la concezione ancora predominante di teatro dialettale, l'eleganza dei costumi e la garbata e sicura recitazione con cui si è dato vita a figure teatrali molto piacevoli.

TROFEO CASSA RURALE ED ARTIGIANA di Faenza per la compagnia I° classificata

A.P.Berton di Faenza con TRI DE' INT E FORAN VECC ridotta in dialetto romagnolo da Luigi Mazzoni da EL CURTIL DE CASSINET di Roberto Zago con la regia di Luigi Antonio Mazzoni per l'impresa non facile di rendere vivo, lampante, genuino, lo spaccato di vita di vicolo-cortile di borgata, con tutte le sue povere invidie, scontrosità, sopportazioni, amori, passioni e sogni, che sempre si ritrovano anche nei piccoli e banali avvenimenti della vita quotidiana, per l'estrema funzionalità di raccordo fra esigenze scenografiche ed interventi registici e per la compatta e omogenea maturità artistica dimostrata dagli attori.

Il Comitato infine, anche a nome degli organizzatori, ringrazia tutte le Compagnie partecipanti ed il pubblico.

 

 


 

10a RASSEGNA -CONCORSO (1991)

 

12 gennaio 1991 il Gruppo comico dialettale DE BOSCH presenta:

CAROSELLO DI FARSE:

-ANDEMA A LA GITA

-E PROIM AMOUR UN'SCORDA MAI

-CHI VIGLIECH DI BAIOC

 

19 gennaio 1991 La compagnia dialettale LA CAVEJA di Ravenna presenta:

AL DO ZEI PIO' BONI DE MOND di Alessandro Pasini

 

26 gennaio 1991 la Cumpagnì dla Zercia di Forlì presenta:

E CUMIE '' di Paolo Maltoni

 

2 febbraio 1991 la Compagnia Cinecircolo del Gallo di Forlì presenta:

IL CIAMEVA FARTELA di Paolo Maltoni

 

9 febbraio1991 la C.D.T. di Bagnacavallo presenta:

LA FEN DE MOND di Guido Lucchini

 

16 febbraio1991 la Compagnia Amici del teatro di Cassanigo presenta:

CHE SGNURON AD CHE SGRAZIE' D'MI ZEJ JUSAFI' della Compagnia

 

23 febbraio 1991 la Cumpagneia de bonumor una bocia e un fior presenta:

UN TRAMESCH ESAGERE' di Vincenzo Barberini

 

2 marzo 1991 la Compagnia Piccolo Teatro della città di Ravenna presenta:

UNA RUMAGNOLA di Icilio Missiroli

 

9 marzo 1991 Il gruppo teatrale romagnolo La compagine di san Lorenzo presenta:

PATATRA'C!...... la Rumagna int i trocal di Paolo Parmiani

 

16 marzo 1991La Compagnia G.A.D. Città di Lugo presenta:

E ZUGH D'LA VITA di Claudio Messineo adattamento di Pirazzoli F.-Berti A-Negroni B.

 

23 marzo 1991 la Compagnia Teatro Popolare Romagnolo di Faenza presenta:

BIANCH NEGAR ROSS E BLU di Ermanno Cola

 

 

Il 6 aprile 1991 la serata della premiazione seguita dallo spettacolo NEL VICOLO DI MAI di Roberto Montalbini a cura della compagnia Uscita di sicurezza di San Giuseppe.

Verbale del Comitato degli esperti del 10° Concorso Teatroinsieme (composto da Lasi Maria, Errani Lasalle,Vitali Claudio, Tambini Domenico, Timoncini Lauro) in parlata romagnola,organizzato dalla Comunità s. Giuseppe e dal quartiere zona industriale con il patrocinio della Cassa Rurale ed Artigiana di Faenza per l'assegnazione dei premi a concorso:

Il Comitato, presa visione dei voti espressi con le 1118 schede compilate dal pubblico, inerenti alle nove rappresentazioni che si sono susseguite dal 19 gennaio al 23 marzo ultimo scorso, dopo ampia ed attenta analisi degli elementi di classificazione e giudizio, ha così deliberato:

-TROFEO CASSA RURALE ED ARTIGIANA DI FAENZA per la compagnia III* classificata:

-COMPAGNIA AMICI DEL TEATRO DI CASSANIGO con CHE SGNURON AD CHE SGRZIE DE MI ZEJ JUSAFI' tre atti brillantissimi della compagnia stessa con la regia di Alfonso Nadiani realizzati con azzeccata fluidità e con spigliata e sicura interpretazione di tutti i componenti fra cui segnaliamo quella della giovane Barbara Fabbri nella parte di Santina la nvoda

-TROFEO CASSA RURALE ED ARTIGIANA DI FAENZA per la compagnia II° classificata:

COMPAGNIA PICCOLO TEATRO CITTA' DI RAVENNA con UNA RUMAGNOLA tre episodi di Icilio Missiroli con la regia di Gino Caprara per la bella e misurata realizzazione con cui ancora una volta ha portato in scena un testo classico del teatro romagnolo esaltandone i valori umani sia attraverso l'impiego di un vernacolo estremamente ricco e di sicura efficacia espressiva sia attraverso la professionalità dei numerosi interpreti specialmente nelle scene di massa. Una particolare menzione alla cura posta nella realizzazione di tipici ambienti contadini e per la funzionalità dell'intervento registico.

-TROFEO CASSA RURALE ED ARTIGIANA di Faenza per la compagnia I° classificata:

GRUPPO TEATRALE ROMAGNOLO LA COMPAGINE di san Lorenzo di Lugo con ...PATATRAC... la Rumagna in ti trocal due tempi in parole e musica e varia umanità romagnola di Paolo Parmiani che presentando uno spettacolo fuori dagli schemi tradizionali ha puntualizzato con ritmo incalzante gli aspetti salienti del romagnolo che non vorremmo veder scomparire tramite gli attori nel pieno della maturità artistica che recitando con piena convinzione hanno restituito i vari personaggi interpretati con estrema credibilità e godibilità.

Il Comitato infine, anche a nome degli organizzatori, ringrazia le compagnie partecipanti ed il gentile pubblico.

 

In occasione della decima Rassegna il G.A.T.er (Gruppo Attività Teatrali Emilia Romagna) mette in palio per tutte le Compagnie aderenti alla Rassegna il premio del valore di £ 300.000 per le seguenti motivazioni:

-Allo spettacolo più indovinato, moderno e di contenuto che corrisponda ai valori umani e cristiani

-Alla Compagnia che ha realizzato la miglior messa in scena

-Alla migliore interprete femminile al di sotto dei 25 anni

-Al migliore interprete maschile al di sotto dei 25 anni

Questi premi sono stati consegnati il 27 Aprile nel Teatro Comunale Masini durante l'incontro finale delle filodrammatiche

Gli stessi componenti del Comitato degli esperti hanno proceduto all'assegnazione dei premi:

-PREMIO GATER 1991 del valore di £ 300.000 per lo spettacolo più indovinato, moderno e di contenuto che corrisponda ai valori umani e cristiani:

-Comitato ha ritenuto di attribuirlo ad UNA RUMAGNOLA rappresentata dal Piccolo Teatro di Ravenna non avendo riscontrato tra gli altri spettacolipresenta:ti alcun altro con maggiori requisiti

-PREMIO GATER 1991 del valore di £ 300.000 alla compagnia che ha realizzato la migliore messa in scena alla compagnia PICCOLO TEATRO di Ravenna per UNA RUMAGNOLA di Icilio Missiroli

-PREMIO GATER 1991 del valore di £ 300.000 alla migliore interprete femminile al di sotto dei 25 anni assegnato a BARBARA FABBRI della Compagnia Amici del Teatro di Cassanigo per la parte di Satina, la nvoda, nella Commedia CHE SGNURON..AD CHE SGRAZIE ' D'MI ZEJ JUSAFI'

PREMIO GATER 1991 del valore di £ 300.000 al miglior interprete maschile al di sotto dei 25 anni a EMANUELE BERTOZZI per la parte di Bruno, su fiol, nella commedia CHE SGNURON... AD CHE SGRAZIE' D'MI ZEJ JUSAFI' portato in scena dalla Compagnia Amici del teatro di Cassanigo

 

 


 

11a RASSEGNA-CONCORSO (1992)

 

12 gennaio1992 la Compagnia Teatro Popolare Romagnolo di Faenza presenta:

NON TI PAGO di Edoardo De Filippo,tradotta in romagnolo da Piero Ronchi

 

18 gennaio 1992 la Filodrammatica Berton di Faenza presenta:

E PADRON DE CURTILAZZ di Luigi Antonio Mazzoni

 

25 gennaio 1992 la Cumpagnì dla Zercia di Forlì presenta:

UN SCHERZ....DA PRIT di Paolo Maltoni

 

1 febbraio 1992 la Compagnia dialettale La Rumagnola C.D.T.di Bagnacavallo presenta:

CL'A BELA FAMIULENA di E Cottignoli

 

8 febbraio 1992 il gruppo teatrale La Compagine presenta:

BONANOTT AI SUNADUR! di Paolo Parmiani

 

15 febbraio 1992 il Piccolo teatro città di Ravenna presenta:

E CUNGRES di Gino Caprara

 

22 febbraio1992 la Compagnia Amici del Teatro di Cassanigo presenta:

QUAN CAL VA IN VILEGIATURA di A. Pitteri e F. Fariselli

 

 

Il 7 marzo ha luogo la premiazione, poi il Gruppo Comico dialettale De Bosch presenta:

CAROSELLO DI FARSE

- E bel e ven adess

- Al veci in ti viciouni

- Una giornata particolare in una canonica qualunque

Il verbale, firmato p. il Comitato da Lauro Timoncini, è il seguente:

Verbale del Comitato degli esperti dell'11° Concorso TEATROINSIEME in parlata romagnola, organizzato dalla Comunità s. Giuseppe e dal Quartiere della zona industriale con il patrocinio della Cassa Rurale ed Artigiana di Faenza, per l'assegnazione dei premi a concorso. Il Comitato, presa visione dei voti espressi con le 992 schede compilate dal pubblico inerenti alle sette rappresentazioni che si sono susseguite dal 12 gennaio al 22 febbraio ultimo scorso, dopo ampia ed attenta analisi degli elementi di classificazione e giudizio, ha così deliberato:

Menzione speciale al gruppo teatrale La Compagine di san Lorenzo di Lugo per l'azzeccato e genuino spirito romagnolo portato mirabilmente sulla scena con BONANOTT AI SUNADUR! variazioni parlate e cantate sul dialetto romagnolo di Paolo Parmiani

-TROFEO CASSA RURALE ED ARTIGIANA DI FAENZA per la compagnia III° classificata:

CUMPAGNI' DLA ZERCIA di Forlì con UN SCHERZ DA PRIT tre atti di Paolo Maltoni con la regia di Claudio Tura, per la sicura, fluida e compatta interpretazione ed i gustosi colpi di scena che, oltre a dimostrare solide capacità interpretative, hanno evidenziato buone individualità

-TROFEO CASSA RURALE ED ARTIGIANA DI FAENZA per la compagnia II° classificata:

Compagnia dialettale La RUMAGNOLA di Bagnacavallo con C'LA BELA FAMIULENA

tre atti brillanti di Eligio Cottignoli con la regia di Arturo Parmiani, per la curata realizzazione ed interpretazione di un testo non originale ma ricco di figure tipiche fortemente caratterizzate e lodevolmente amplificate da interpreti che certamente non hanno lesinato né spontaneità né bravura

-TROFEO CASSA RURALE ED ARTIGIANA DI FAENZA per la compagnia I° classificata

Filodrammatica BERTON di Faenza con E PADRON DE CURTILAZ tre atti brillanti di Luigi Antonio Mazzoni con la regia dell'autore stesso per la trasposizione scenica di uno spaccato di vita con gioie, dolori, illusioni, cattiverie, avidità tra gente comune costretta a misurarsi quotidianamente con la realtà, realizzata con classe, signorilità, invenzione e cura di figure minori e piccoli dettagli, sfociante in una concertazione generale armonica, ironica e ricca di poesia, in cui ogni interprete ha potuto esprimersi al meglio delle proprie capacità e con notevole naturalezza.

Il Comitato infine, anche a nome degli organizzatori, ringrazia le Compagnie partecipanti ed il pubblico (29.2.1992).

 

 

 


 

12a RASSEGNA-CONCORSO (1993)

 

9 gennaio 1993 la Cumpagnì Dla Zercia di Forlì presenta:

LA PITEDA (la pernacchia) di Lauro Timoncini

 

16 gennaio 1993 la Cumpagneia de bonumor presenta:

CREMA E SUZEZA di A.Castrogiovanni, tradotta in romagnolo da E. Cola

 

23 gennaio 1993 la Compagnia G.A.D. Di Lugo presenta:

AN SO GELOS, PARO'... di Aldo De Benedetti libero adattamento di F.Pirazzoli

 

30 gennaio 1993 il Teatro Popolare Romagnolo di Faenza presenta:

DON DANILO di Roberto Montalbini

 

6 febbraio 1993 il Cinecircolo del Gallo di Forlì presenta:

DAI DE GAS! di Pitteri e Angelucci

 

13 febbraio1993 il Piccolo Teatro della Città di Ravenna presenta:

E GALL D'LA CHECCA di A. Testoni

 

20 febbraio 1993 la Compagnia dialettale La Rumagnola C.D.T. di Bagnacavallo presenta:

DENT O GANASA di Guido Lucchini

 

27 febbraio 1993 la Compagnia Amici del Teatro di Cassanigo presenta:

UN MARID E DO' VALIS di Luigi Antonio Mazzoni

 

6 marzo 1993 il Gruppo Teatrale la Compagine di Lugo presenta:

E SGNOR LO' di Paolo Parmiani

 

13 marzo 1993 la Filodrammatica Berton di Faenza presenta:

LA MOJ DE S-CIUPAREN di Giuliano Bettoli e Franco Roberto

 

 

La premiazione avvenne il 20 marzo poi il Gruppo comico dialettale De Bosch ha presentato 3 Farse: E bel e ven adess; un zeir ad cherti; Se i murt i putess scorr.

Ecco il verbale della premiazione:

Verbale del comitato degli esperti del 12° Concorso Teatroinsieme in parlata romagnola organizzato dalla comunità di s. Giuseppe grazie al patrocinio della Cassa Rurale ed Artigiana e dall'Assessorato alla cultura del Comune di Faenza per l'assegnazione dei premi a concorso.

Il Comitato, presa visione dei voti espressi con le 1414 schede compilate dal pubblico partecipante alle dieci rappresentazioni che si sono susseguite dal 9 gennaio al 13 marzo 1993, dopo attento esame e minuziosa analisi degli elementi di classificazione e giudizio, ha così deliberato:

-MENZIONE SPECIALE alla Compagnia G.A.D. di Lugo per l'eccellente e brillante interpretazione della commedia An so' gelos, parò.. libero adattamento scenico di Francesco Pirazzoli su testo di Aldo De Benedetti

-TROFEO CASSA RURALE ED ARTIGIANA di Faenza alla Compagnia III ° classificata:

Compagnia AMICI DEL TEATRO di Cassanigo con UN MARID E DO' VALIS testo comico di Luigi Antonio Mazzoni con la regia di Alfonso Nadiani, per l'incalzante ritmo e la continua imprevedibilità supportata da una recitazione attenta, senza sbavature ed all'altezza della situazione

-TROFEO CASSA RURALE ED ARTIGIANA di Faenza alla Compagnia II ° classificata:

CUMPAGNI' DLA ZERCIA di Forlì con LA PITEDA di Lauro Timoncini e la regia di Claudio Tura, per la difficile impresa di rendere genuino, vivo e credibile,uno spaccato di vita bracciantile dell'inizio secolo e inserito nella drammatica situazione sociale, con efficaci ed azzeccate interpretazioni sia singole che corali, bene articolate e correlate da un vernacolo che ben si addice a chi tenta di ricostruire un patrimonio storico spesso non valorizzato o dimenticato.

-TROFEO CASSA RURALE ED ARTIGIANA di Faenza alla Compagnia I° classificata

Gruppo teatrale LA COMPAGINE di san Lorenzo di Lugo con E SGNOR LO' di Paolo Parmiani con la regia di Giuseppe Parmiani, per i tanti momenti di elevazione tonale, anche poetica, con cui viene concertata e interpretata con perfezione, la disperata lotta di chiudere fuori dal proprio mondo, la realtà che incombe assordante ed implacabile nel suo inarrestabile divenire, per non veder contaminare o distruggere i sogni e le povere cose che ci portiamo dentro come ultimo e prezioso retaggio di quanto resta delle nostre radici.

Il Comitato infine, ritiene di segnalare RITA GALLEGATI della Compagnia BERTON di Faenza, per l'elevata maturità artistica dimostrata nella parte della spumeggiante SUSY nella MOJ DE S-CIUPAREN e porge un arrivederci alle Compagnie presenti alla rassegna ed al pubblico che vi ha partecipato.

(20 marzo 1993)

 


 

13a RASSEGNA–CONCORSO (1994)

 

8 gennaio 1994 il G.A.D. Città di Lugo presenta:

LA FAMEJA DI PISTULA di Francesco Pirazzoli

 

15 gennaio 1994 la Filodrammatica Berton presenta:

FRAZCON L'HA VENT E LOTT di Gandino-Bettoli

 

22 gennaio 1994 la Compagnia dialettale C.D.T. di Bagnacavallo presenta:

L'USTAREJA DI MIRECUL di Gianni Parmiani

 

29 gennaio 1994 la Quasi Stabile di Bubano presenta:

E GEVAL TE POZ di Alfredo Testoni

 

5 febbraio 1994 la Cumpagneia de bonumor presenta:

LA VITORIA D'MACARON di Ermanno Cola

 

12 febbraio 1994 il Teatro Popolare Romagnolo di Faenza presenta:

E RASUNIR... L'A UNA DONA di B.Simonetti-R. Montalbini

 

19 febbraio 1994 La Compagnia Amici del teatro di Cassanigo presenta:

E MARIDAZ DE PALAZON a cura della Compagnia

 

26 febbraio 1994 il Piccolo Teatro Città di Ravenna G.A.D. presenta:

UNA NOT AD MAZ libera traduzione da una notte di maggio di V. Calvino

 

5 marzo 1994 la Compagnia La Caveja di Ravenna presenta:

AL DONN DI PSCADUR di Gastone Scheraggi

 

12 marzo 1994 la Cumpagnì dla Zercia presenta:

SE OGNON BADESS A CA SU di Eligio Cottignoli

 

Il 19 marzo, dopo la premiazione la Compagnia La Compagnie di S. Lorenzo di Lugo presenta:

UNA STORIA DDA POCH di Paolo Parmiani

Ecco il verbale del Comitato degli esperti:

 

VERBALE PER L'ASSEGNAZIONE DEI PREMI A CONCORSO EMESSO DAL COMITATO DEGLI ESPERTI DEL 13° TEATROINSIEME IN PARLATA ROMAGNOLA, ORGANIZZATO DALLA COMUNITA' SAN GIUSEPPE COL PATROCINIO DELLA CASSA RURALE ED ARTIGIANA DI FAENZA.

 

Il Comitato, presa visione delle 1251 schede compilate dal pubblico, 38,44% dei presenti delle dieci serate che si sono susseguite dall'8 gennaio al 19 marzo (percentuale piuttosto bassa dei votanti) dopo attenta e minuziosa analisi degli elementi di classificazione e giudizio, ha così deliberato:

MENZIONE SPECIALE alla Compagnia QUASI STABILE di Bubano per la scenografia, la signorilità e la lodevole interpretazione della Commedia E GEVAL TE POZ di Alfredo Testoni con regia di Rossana Bartolini.

TROFEO CASSA RURALE ED ARTIGIANA di Faenza alla Compagnia III ° classificata:

Compagnia Teatrale LA CAVEJA di Ravenna con AL DONN DI PSCADUR di Gastone Scheraggi e regia di Alessandra Pasini, commedia ispirata alle Baruffe di Carlo Goldoni, ed ambientata a Porto Corsini, per l'incalzante ritmo delle scene corali,la fluida e compatta interpretazione contrappuntata da buone individualità specialmente femminili e ben supportata da una scenografia originale e funzionale.

TROFEO CASSA RURALE ED ARTIGIANA di Faenza alla Compagnia II° classificata:

CUMPAGNI' DLA ZERCIA di Forlì con i quattro atti comici SE OGNO' E BADES A CA SU di Eligio Cottignoli e regia di Claudio Tura, per la misurata rielaborazione e realizzazione di un testo che pur datato, ha fatto rivivere situazioni, sentimenti, furberie ed invidie sicuramente ancora riscontrabili nella vita odierna, senza scadere nei ritmi e dimostrando ancora una volta la lodevole maturità artistica della Compagnia.

TROFEO CASSA RURALE ED ARTIGIANA di Faenza alla Compagnia I° classificata:

Compagnia AMICI DEL TEATRO di Cassanigo con E MARIDAZ DE PALAZON commedia brillante della compagnia stessa e regia di Alfonso Nadiani per il brioso, azzeccato e credibile spaccato di vita paesana offerto con le ambizioni, gli amori, le speranze, le illusioni e le delusioni di personaggi vivi pur nella loro semplicità e banalità e validamente interpretati con notevoli capacità sia mimiche che espressive utilizzando anche un vernacolo consono e di sicura efficacia raccordato con una valida scenografia un buon intervento registico.

Il comitato infine, nel ringraziare il pubblico e tutte le Compagnie partecipanti, auspica che i testi, sia come rielaborazione o rifacimenti di vecchi lavori teatrali che inediti, anche portando avanti una linea prevalentemente comica, ricerchino una tematica specifica consona alla realtà e tale da trasmettere una cultura romagnola.

 

 

 


 

14a RASSEGNA CONCORSO (1995)

 

7 gennaio 1995 la Compagnia E CARADOR presenta:

ROBI DA MET di Aldo Cappelli

 

14 gennaio1995 la Compagnia Teatrale LA CAVEJA di Ravenna presenta:

E SUSPETT di Alessandra Pasini

 

21 gennaio 1995 la CUMPAGNI' DLA ZERCIA di Forlì presenta:

LA SUMARA AD TUGNARA di P. Maltoni e G. Spagnoli

 

28 gennaio 1995 la Compagnia CINECIRCOLO DEL GALLO di Forlì presenta:

STAVOLTA AN LA BEG MIGA! di Alfredo Pitteri

 

4 febbraio 1995 La C OMPAGNIA DEI GIOVANI di Chiusura presenta:

SPANEZZ di Gherardo Gherardi

 

11 febbraio 1995 la CUMPAGNEIA DE BONUMOR presenta:

LA CA D'LA LAURA LA S'ARVES A CHI CH'ARIVA A CHI CH' PARTES

 

18 febbraio1995 il G.A.D. Di Lugo presenta:

DA POMPEO di Francesco Pirazzoli

 

25 febbraio 1995 la QUASI STABILE di Bubano presenta:

ACQUA E CIACAR di Alfredo Testoni, libera traduzione di E. Penazzi

 

4 marzo 1995 il Gruppo teatrale La Compagine di Lugo presenta:

ANGAMUR ovvero i sett ingavegn de Biribess di Paolo Parmiani

 

11 marzo 1995 il TEATRO POPOLARE ROMAGNOLO di Faenza presenta:

MANCH C'US FERMA... MEI L'E' di A De Benedetii e A Andalò

 

 

ll 18 marzo 1995 ha luogo la premiazione seguita dalla Commedia della Compagnia Amici del teatro di Cassanigo chepresenta: MO ANDIV A IMPICHE', testo della Compagnia. Ecco il verbale del Comitato degli esperti:

 

VERBALE PER L'ASSEGNAZIONE DEI PREMI A CONCORSO STILATO DAL COMITATO DEGLI ESPERI DEL 14° TEATROINSIEME IN PARLATA ROMAGNOLA ORGANIZZATO DALLA COMUNITA' DI SAN GIUSEPPE COL PATROCINIO DELLA CASSA RURALE ED ARTIGIANA DI FAENZA.

Il Comitato, presa visione delle oltre 1000 schede compilate dal pubblico che ha partecipato alle dieci serate che si sono susseguite dal 7 gennaio all'11 marzo, dopo attenta e minuziosa analisi degli elementi di classificazione e giudizio e specifica considerazione per il livello artistico degno di nota manifestato da tutte le compagnia ha così deliberato:

TROFEO CASSA RURALE ED ARTIGIANA di Faenza alla compagnia terza classificata:

TEATRO POPOLARE ROMAGNOLO di Faenza con MANCH C'US FERMA...MEI L'E'di Aldo De Benedetti ed Andriana Andalò e regia di Roberto Montalbini, tre atti brillanti centrati sulla fregola che scuote una famiglia dal suo quotidiano,per l'annuncio di una improvvisa visita, portati avanti con spigliatezza, concisione e sicura efficacia espressiva specialmente nella protagonista.

TROFEO CASSA RURALE ED ARTIGIANA di Faenza alla Compagnia seconda classificata:

LA CUMPAGNI' DLA ZERCIA di Forlì con LA SUMARA AD TUGNARA di Paolo Maltoni e Giovanni Spagnoli e regia di Claudio Tura, per la manifestata capacità interpretativa e la ricca duttilità mimica messa in mostra in una commedia tradizionale brillantemente supportata da un protagonista di notevole sensibilità artistica e credibilità interpretativa.

TROFEO CASSA RURALE ED ARTIGIANA di Faenza alla Compagnia prima classificata: GRUPPO TEATRALE LA COMPAGINE DI SAN LORENZO di Lugo con ANGAMUR, fiaba teatrale in versi romagnoli di Paolo Parmiani e regia di Giuseppe Parmiani per la qualità e l'originalità del testo, la continua ricerca, evidenziatesi valida, di dare al dialetto col teatro finalmente una dignità espressiva anche fuori dagli schemi abituali e per i tanti momenti di vera poesia interpretati e concertati con grande maestria da tutto il gruppo, per non far mai dimenticare i nostri sogni, le nostre speranze, ma soprattutto le nostre radici.

Il Comitato infine ringrazia le Compagnie, il pubblico, i gentili ospiti ed arrivederci nel 1996.

 

 


 

15a RASSEGNA -CONCORSO (1996)

 

13 gennaio 1996 la Compagnia La Caveja presenta:

E CURTIL D'LA ROSA di Alessandra Pasini

 

20 gennaio 1996 la Compagnia Cinecircolo del Gallo di Forlì presenta:

SCARVAJE', COMA E SU BA SPUDE'

 

27 gennaio 1996 la Compagnia Piccolo teatro della città di Ravenna presenta:

E VAMPIRO di Bruno Goldoni

 

3 febbraio 1996 la Compagnia E Carador presenta:

LA LUCANDA DL'ALEGRA MUDANDA di Laghi G. e Rustignoli C.

 

10 febbraio 1996 la Cumpagneia de bonumor presenta:

LA RUFIANEDA di Guido Lucchini

 

24 febbraio 1996 la Compagnia Amici del teatro di Cassanigo presenta:

LA CANTENA DAL PER COTI testo della Compagnia

 

2 marzo 1996 la Compagnia Sipario aperto presenta:

UN BES, SOL UN BES di A De Benedetti adattamento di F. Pirazzoli

 

9 marzo 1996 la Cumpagnì dla Zercia presenta:

E PASCIA' DLA VALVERDA di Ermanno Cola

 

16 marzo 1996 il Teatro popolare romagnolo presenta:

A SEN INCORA DA CHE PER E DA CHE MEL di Adriana Andalò

 

 

Il 23 marzo ha luogo la premiazione seguita dalla Compagnia La Compagine di s.Lorenzo che presenta: PENSIONE GIUSI (amur da mer ) di Paolo Parmiani

prima della lettura del verbale viene letta questa prolusione:

 

Signore e signori... buona serata a tutti e ben ritrovati per la conclusione di questo 15° concorso Teatroinsieme. Prima di dar inizio alla lettura del verbale del Comitato e ad un brevissimo commento sui copioni che sono stati rappresentati, sulle compagnie che abbiamo applaudito e sulle scelte difficili che sono state effettuate per l'assegnazione dei premi, tengo a ricordare che non dobbiamo dimenticare che tutte le compagnie che si sono messe in mostra sono formate e dirette da dilettanti che impiegano il loro tempo libero e spesso le loro risorse, per portare avanti questa promozione culturale nel non facile campo del teatro dialettale che ha sì una sua storia e una ben delineata fisionomia, ma un avvenire che dipende da tutti noi, dal coinvolgimento cioè e dalla partecipazione che sapremo dare a queste manifestazioni in vernacolo causa la progressiva scomparsa della parlata romagnola nell'uso comune e la monopolizzazione degli spettacoli da parte dei mass media come radio, TV, cinema e teatro in lingua.

Dicevo difficili scelte, ma perchè? Mancando una solida tradizione teatrale specifica e di elevato prestigio, continua la carenza di nuovi testi validi, per cui le commedie sono abbastanza simili nella struttura e nei contenuti mentre le trame poi, riguardano sempre matrimoni, adulteri, eredità,malintesi, equivoci e spesso son carenti di riferimenti storici ed ambientali tipicamente nostrani per cui l'essenziale diventa la battuta comica più o meno salace oramai diventata l'attrazione fatale ed accattivante per parte del pubblico. Gli argomenti così si riducono ad essere gli stessi , privi cioè di temi generali o di più vasta portata col rifiuto a priori in massima parte, di soggetto a sfondo politico o sociale sebbene il bisogno di rinnovare il repertorio sia avvertito da molti che però continuano a scrivere o rielaborare in dialetto dall'italiano, le solite commedie atte ad accontentare quel pubblico che desidera solo ridere senza porsi problemi. Indubbiamente questa non è una colpa, ma così si relega il teatro dialettale in un qualcosa di monocorde e di incompleto che decisamente non merita per l'ampio respiro che potrebbe dare nell'esternare la più viva e genuina espressione di chi vuol far conoscere nel modo che gli è più congeniale e schietto, gli stati d'animo che sgorgano dalle situazioni che la vita sforna giorno dopo giorno col suo normale e continuo manifestarsi ed evolversi. E le compagnie che si sono esibite ? Conoscendone i tanti problemi e sacrifici specialmente nel reclutare i giovani, si è cercato d'arrivare ad un giudizio complessivo che tenga conto dei maggiori meriti di alcuni senza disconoscere quelli di altri (nei concorsi però, le scelte sono sempre selettive!) e questo per incentivare gli stimoli di tutti verso un continuo miglioramento ed una maggiore professionalità che del resto si è già potuta riscontrare in questi ultimi anni con frutti visibili ed apprezzati. Che resta quindi ancora da dire, per concludere, se non un caloroso grazie a tutti ed un arrivederci alla prossima.

Faenza 23.3.96 (firma illeggibile)

 

VERBALE DEL COMITATO DEGLI ESPERTI DEL 15° CONCORSO TEATROINSIEME IN PARALATA ROMAGNOLA ORGANIZZATO DELLA COMUNITA' S. GIUSEPPE COL PATROCINIO DELL'ASSESSORATO ALLA CULTURA E LA SPONSORIZZAZIONE DELLA CASSA RURALE ED ARTIGIANA DI FAENZA.

Il comitato, presa visione delle schede compilate dal pubblico che ha partecipato alle nove serate che son sono susseguite dal 13 gennaio al 16 marzo scorso, dopo attenta ed approfondita valutazione degli elementi di classificazione e giudizio che hanno caratterizzato gli spettacoli, ha così deliberato:

-MENZIONE SPECIALE alla Compagnia de bonumor di Granarolo Faentino per la caratterizzazione del personaggio principale nella commedia LA RUFIANEDA di Guido Lucchini con la regia di Vittoria Morganti

PREMIO IN CERAMICA DELLA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI FAENZA ALLA COMPAGNIA TERZA CLASSIFICATA:

Cumpagnì dla zercia di Forlì con il PASCIA' DLA VALVERDA di Ermanno Cola e la regia di Claudio Tura, per una recitazione globale efficace e sicura, ben raccordata dall'intervento registico e sempre all'altezza di una situazione non facile da perseguire in un intreccio di circostanze, avvenimenti e genuini sentimenti sgorganti da una viva vicenda d'ambiente tipicamente romagnolo.

PREMIO IN CERAMICA DELLA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI FAENZA ALLA COMPAGNIA SECONDA CLASSIFICATA:

Compagnia Sipario aperto di Lugo con UN BES, SOL UN BES di Aldo De Benedettoi con la libera riduzione ed adattamento al dialetto romagnolo di Francesco Pirazzoli, per la fresca e misurata interpretazione ricca di duttilità espressiva, specie nella protagonista, che, supportata da un buon ritmo, da una scenografia e da una regia accurata e razionale, ha dato vita ad uno spettacolo elegante e molto piacevole.

PREMIO IN CERAMICA DELLA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI FAENZA ALLA COMPAGNIA PRIMA CLASSIFICATA:

Compagnia Amici del Teatro di Cassanigo con LA CANTENA DAL PER COTI commedia brillante della Compagnia stessa con la regia di Alfonso Nadiani, per la messa in scena di un autentico affresco di una particolare situazione di vita familiare presentata con spiritosa efficacia anche nei piccoli dettagli e con una frizzante recitazione sfociante in una concertazione armonica in cui gli interpreti, anche i più giovani,hanno saputo esprimersi con notevole naturalezza.

Il Comitato infine, ringrazia i gentili ospiti, il pubblico e tutte le Compagnie. Arrivederci al 1997... e buon divertimento con PENSIONE GIUSI della Compagine di S. Lorenzo di Lugo

 

 


 

16a RASSEGNA CONCORSO (1997)

 

11 gennaio 1997 la Compagnia Sipario aperto di Lugo presenta:

AZIDENTI A CAL ROS! da Due dozzine di rose scarlatte di Aldo De Benedetti, adattata da L. Flamigni e F.Pirazzoli

 

18 gennaio 1997 la Cumpagnì dla Zercia di Forlì presenta:

E CUMENDATOR BALOTA BECAMORT di G. Longanesi

 

25 gennaio1997 la Compagnia La Caveja presenta:

AS AVDEN A L'HOTEL SPLENDOR di Alessandra Pasini

 

1 febbraio 1997 la Compagnia Giovani di Chiusura presenta:

ARZENT VIV di Silvio Zambaldi

 

15 febbraio 1997 la Cumpagneia de bonumor presenta:

L'ERBA CATIVA L'AN MOR MAI di Guido Lucchini

 

22 febbraio 1997 la Compagnia amici del teatro di Cassanigo presenta:

A ' SEN MARIDE' PAR SCUMESA di Roberto Zago

 

1 marzo 1997 la Compagnia G.A.D. di Lugo presenta:

LA CA' DI SPIRIT di Delmo Fenati

 

8 marzo 1997 la Compagnia La Compagine di Lugo presenta:

LA NOT CHE GARIBALDI E VULE' INS LA LONA di Paolo Parmiani

 

15 marzo 1997 la Compagnia Teatro popolare romagnolo presenta:

LA BUSEJA di Alfredo Visani

 

 

22 marzo premiazione seguita da LA CANTENA DAL PER COTI da parte della Compagnia Amici del Teatro di Cassanigo

Ecco il verbale:

 

VERBALE DEL COMITATO DEGLI ESPERTI DEL 16° CONCORSO TAETROINSIEME IN PARLATA ROMAGNOLA ORGANIZZATO DALLA COMUNITA' PARROCCHIALE DI S. GIUSEPPE CON LA SPONSORIZZAZIONE DELLA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI FAENZA ED IL PATROCINIO DELL'ASSESSORATO ALLA CULTURA DEL COMUNE DI FAENZA

 

Il comitato presa visione delle schede compilate dal pubblico che ha partecipato alle nove serate che si sono susseguite dall'11 gennaio al 15 marzo 1997, dopo attenta ed approfondita valutazione di tutti gli elementi di classificazione e giudizio che hanno caratterizzato gli spettacoli,ha così deliberato all'unanimità:

-PANNELLO IN CERAMICA DEL LABORATORIO SANGIORGI OFFERTO DALLA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI FAENZA PER LA COMPAGNIA TERZA CLASSIFICATA:

Teatro Popolare Romagnolo con LA BUSEJA di Alfredo Visani e regia di Roberto Montalbini

per la spigliata e fluida interpretazione che ha messo nella giusta evidenza le risonanze e le sfaccettature dei personaggi senza sacrificare l'azione e la teatralità.

-PANNELLO IN CERAMICA DEL LABORATORIO SANGIORGI OFFERTO DALLA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI FAENZA PER LA COMPAGNIA SECONDA CLASSIFICATA:

Sipario Aperto di Lugo con AZIDENTI A CAL ROS ,libero adattamento scenico di Lilia Flamigni e Francesco Pirazzoli da DUE DOZZINE DI ROSE SCARLATTE di Aldo De Benedetti con la regia di Lilia Flamigni per l'eccellente sincronizzazione con cui la compagnia si è mossa rendendo interessante e gradevole uno spettacolo che pur giostrando con le usuali e prevedibili vicende di un rapporto di coppia,ha evidenziato più che decorosamente uno spaccato di realtà senza tralasciare le caratteristiche fondamentali della gente romagnola.

-PANNELLO IN CERAMICA DEL LABORATORIO SANGIORGI OFFERTO DALLA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI FAENZA PER LA COMPAGNIA PRIMA CLASSIFICATA:

Gruppo Teatrale La Compagine di s. Lorenzo di Lugo con LA NOTA CHE GARIBALDI E VULE' INS LA LONA due tempi musicali di Paolo Parmiani con la regia di Giuseppe Parmiani, per la genuina evocazione ricca di nostalgia, sensibilità, poesia, e buona musica, di un sogno che potrebbe albergare nell'animo di chi è alla ricerca del punto in cui il surreale si fonde con la realtà, presentata con un ritmo a volte travolgente ed una coreografia consegnata con pezzi di virtuosismo tali che denotano ancora una volta la versilità, la misura e la maturità artistica di questo romagnolissimo gruppo teatrale.

Il Comitato infine, ha ritenuto di elogiare pubblicamente le restanti Compagnie per la preparazione, la conoscenza del dialetto e la teatralità dimostrata, che hanno notevolmente migliorato il livello degli spettacoli giustificando ampiamente il gradimento del pubblico e ringraziando tutti i presenti anche a nome degli organizzatori, dà appuntamento per il prossimo anno e augura una Buona Pasqua,

Ed ora buon divertimento con LA CANTENA DAL PER COTI rappresentata dagli Amici del Teatro di Cassanigo, vincitori del concorso 1996 (p. il Comitato Lauro Timoncini).

 

 


 

17a RASSEGNA CONCORSO (1998)

 

 

10 gennaio 1998 La Caveja Compagnia dialettale romagnola presenta:

LE TRE MARIE (tre sureli da marè')

 

17 gennaio 1998 E Carador Compagnia dialettale romagnola presenta:

LA BELA BULGNESA di Laghi G. e Rustignoli C.

 

24 gennaio 1998 il gruppo teatrale La Compagine di Lugo presenta:

AI SEN NENCA! (..INT I TROCAL) di Paolo Parmiani

 

31 gennaio 1998 la Compagnia Cinecircolo del Gallo di Forlì presenta:

US MARIDA MINGO' di Alfredo Visani

 

7 febbraio 1998 il G.A.D. di Lugo presenta:

LA CAMISA D'LA MADONA di Corrado Contoli

 

14 febbraio 1998 la Cumpagneia de Bonumor di Granarolo Faentino presenta:

AL TRE BIGOTI di Guido Lucchini

 

28 febbraio 1998 La Compagnia Sipario Aperto di Lugo presenta:

NO TE T'AN SI' MARE'! da NON TI CONOSCO PIU' di A De Benedetto libero adattamento di L.Flamigni e F.Pirazzoli

 

7 marzo 1998 la Cumpagnì dla Zercia di Forlì presenta:

LA CABALA  di Guido Lucchini

 

14 marzo 1998 il Teatro Popolare Romagnolo presenta:

E BUTIGHJ DE LOTT a cura della Compagnia

 

21 marzo 1998 premiazione e poi la Compagnia Amici del Teatro di Cassanigo presenta:

MA L'URCI'; NO!

 

 

Ecco il Verbale:

 

VERBALE DEL COMITATO DEGLI ESPERTI DEL 17° CONCORSO TEATROINSIEME IN PARLATA ROMAGNOLA ORGANIZZATO DALLA COMUNITA' PARROCCHIALE DI SAN GIUSEPPE CON LA SPONSORIZZAZIONE DELLA BANCA DEL CREDITO COOPERATIVO DI FAENZA ED IL PATROCINIO DELL'ASSESSORATO ALLA CULTURA DEL COMUNE DI FAENZA

 

Il Comitato, presa visione delle schede di valutazione compilate dal pubblico partecipante alle nove serate che si sono susseguite dal 10 gennaio al 14 marzo 1998, dopo approfondita valutazione delle modalità del concorso e degli elementi di classificazione e giudizio, ha così deliberato:

PREMIO SPECIALE DEL COMITATO all'originalità,. estrosità e perizia con cui ancora una volta il Gruppo teatrale La Compagine di S Lorenzo di Lugo, diretta da Giuseppe Parmiani, ha presentato lo spettacolo AI SEN NECA (... int i trocal! ) estrapolato dalla graduatoria del concorso perchè in parte non inedito, apportando una folata di fantasia, buona musica ed allegria tipicamente romagnola.

PANNELLO IN CERAMICA DEL LABORATORIO SANGIORGI OFFERTO DALLA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI FAENZA PER LA COMPAGNIA TERZA CLASSIFICATA:

CUMPAGNEIA DE BONUMOR di Granarolo Faentino con AL TRE BIGOTI di Guido Lucchini e regia di Vittoria Morganti per la realizzazione azzeccata di una situazione a volte patetica, portata avanti da tutta la compagnia con misura, fluidità e spigliatezza.

PANNELLO IN CERAMICA DEL LABORATORIO SANGIORGI OFFERTO DALLA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI FAENZA PER LA COMPAGNIA SECONDA CLASSIFICATA:

Compagnia G.A.D. di Lugo con LA CAMISA DLA MADONA di Corrado Contoli con la regia di Daniele Tassinari per l'interpretazione di un testo che pur se inserito in una dimensione temporale non più attuale, ha evidenziato in modo apprezzabile, un particolare ambiente contadino usando un vernacolo preciso e di sicura efficacia espressiva.

PANNELLO IN CERAMICA DEL LABORATORIO SANGIORGI OFFERTO DALLA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI FAENZA PER LA COMPAGNIA PRIMA CLASSIFICATA:

Compagnia Cinecircolo del gallo di Forlì con US MARIDA MINGO' di Alfredo Visani con regia di Lamberto Lami per il pregevole coordinamento con cui gli attori si sono espressi rendendo credibili situazioni anche banali e sfociante in una concertazione generale armonica ed a volte ironica, in cui ogni interprete ha potuto esprimere il meglio delle proprie capacità con notevole naturalezza.

Il Comitato infine nel ringraziare i gentili ospiti, il pubblico e tutte le compagnie partecipanti, invia un caloroso arrivederci al prossimo anno (p. il Comitato Lauro Timoncini)

 

 

 


 

18a RASSEGNA CONCORSO (1999)

 

 

9 gennaio 1999 la Compagnia G.A.D. Città di Lugo presenta:

L'EREDITE' D' NICOLA di Ugo e Tommaso Piazza

 

16 gennaio 1999 La Cumpagnì dla Zercia di Forlì presenta:

L'AN DLA NEVA GROSA di Paolo Maltoni

 

23 gennaio 1999 la Compagnia Caveja e Ravgnana presenta:

LA MAN DE MEL di Bruno Marescalchi

 

30 gennaio 1999 la Compagnia Teatro Romagnolo presenta:

NON TI PAGO PIU' di Edoardo De Filippo tradotta in dialetto

 

6 febbraio 1999 la Compagnia Giovani di Chiusura presenta:

SGNORA PADRONA di Luigi Antonio Mazzoni

 

20 febbraio 1999 la Cumpagneia de bonumor di Granarolo Faentino presenta:

UN ' AVSDEL TOTT DA RIDAR (Casa di cura Villa Cornelia)

 

27 febbraio 1999 la Compagnia Sipario aperto e C.D.T- La Rumagnola presenta:

UN BRANCH AD PIGUAR MATI di Ermanno Cola

 

6 marzo 1999 la Compagnia La Compagine di S Lorenzo di Lugo presenta:

L'AMOR DE SEL di Paolo Parmiani

 

13 marzo 1999 la Compagnia Amici del teatro di Cassanigo presenta:

AL CAMPAN AD DON CAMEL di Walter Marescotti

 

20 marzo premiazione poi la Compagnia Cinecircolo del Gallo di Forlì presenta:

AC FATA SUNEDA di Pitteri e Zileri

 

 

Ecco il verbale della premiazione:

 

VERBALE DEL COMITATO DEGLI ESPERTI DEL 18° CONCORSO TEATROINSIEME IN PARLATA ROMAGNOLA ORGANIZZATO DALLA COMUNITA' S. GIUSEPPE CON IL PATROCINIO DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE E LA SPONSORIZZAZIONE DELLA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI FAENZA

 

Il Comitato, presa visione delle schede di votazione compilate dal pubblico partecipante alle nove recite che si sono susseguite dal 9 gennaio al 13 marzo, dopo ampia valutazione delle modalità del concorso e degli elementi di classificazione e giudizio, ha così deliberato:

PIATTO IN CERAMICA del laboratorio SANGIORGI offerto dalla BANCA DI CREDITO COOPERATIVO di Faenza per la compagnia terza classificata: trattasi di una coproduzione tra la Compagnia Sipario aperto di Lugo e La Rumagnola di Bagnacavallo con la commedia UN BRANCH AD PIGUR MATI di Ermanno Cola e regia di Lilia Flamigni... per l'incisiva, sanguigna e genuina interpretazione di figure teatrali piacevoli in un contesto di recitazione sempre efficace e sicura.

PIATTO IN CERAMICA del laboratorio Sangiorgi offerto dalla BANCA DI CREDITO COOPERATIVO di Faenza per la compagnia seconda classificata: Compagnia Amici del teatro di Cassanigo con la commedia AL CAMPAN AD DON CAMEL di Walter Marescotti e regia di Alfonso Nadiani... per la naturalezza, la misura e l'azzeccato contrappunto con cui è stato supportato e reso credibile e divertente un testo datato ed abbastanza monocorde.

PIATTO IN CERAMICA del laboratorio Sangiorgi offerto dalla BANCA DI CREDITO COOPERATIVO di Faenza per la cprima classificata:

Cumpagnì dla Zercia di Forlì per la commedia L'AN DLA NEVA GROSA di Paolo Maltoni con la regia di Claudio Tura... per la fluidità e l'eccellente sincronismo con cui tutta la compagnia si è mossa rendendo interessante e gradevole uno spettacolo basato su una tematica attuale con l'impiego di un dialetto preciso e di sicura efficacia senza mai scadere né di tono né di ritmo.

Il Comitato infine, anche a nome degli organizzatori, nel ringraziare i gentili ospiti, il pubblico e tutte le compagnie partecipanti,invia un arrivederci al prossimo anno

(p. il Comitato Lauro Timoncini)

 

 

 


 

19a RASSEGNA CONCORSO (2000)

 

 

8 gennaio 2000 la Compagnia Cinecircolo del Gallo di Forlì presenta:

E' PARSOT DE' SIGNOR di Giovanni Spagnoli

 

15 gennaio 2000 la Compagnia dialettale E Carador di Forlì presenta:

S'A CARDI' A FRE SIMO' di Luigi Antonio Mazzoni

 

22 gennaio 2000 la Compagnia La quasi stabile di Bubano presenta:

LA STRIAREJA di A.Testoni

 

29 gennaio 2000 la Compagnia Caveja e Ravgnana di Ravenna presenta:

E STAMENT D'BUTRIGA di Augusto Chiarini

 

5 febbraio2000 la Compagnia La Rumagnola C.D.T. di Bagnacavallo presenta:

MI ZEI LIBORI di Bruno Marescalchi

 

12 febbraio 2000 la Compagnia Amici del teatro di Cassanigo presenta:

FET SCHIRZ CHE FA L'AMOR di De Benedetti L.Flamigni,F Pirazzoli

 

19 febbraio 2000 la Compagnia G.A.D. Città di Lugo presenta:

L'INVANTOR E LA STROLGA di Aldo Pisani

 

26 febbraio 2000 la Compagnia I giovani di Chiusura presenta:

UN BON OMAN di Angilino Buriani

 

11 marzo 2000 la Cumpagneia de bonumor di Granarolo Faentino presenta:

BAIOCH E VEN S-CET di Paolo Maltoni

 

Il 18 marzo premiazione e poi la Cumapgnì dla Zercia di Forlìpresenta: la Commedia

RIDAR DA MURI' di Paolo Maltoni

 

 

 

Ecco il verbale della premiazione:

 

VERBALE DEL COMITATO DEGLI ESPERTI DEL 19° CONCORSO TEATROINSIEME IN PARLATA ROMAGNOLA ORGANIZZATO DALLA COMUNITA' DI S. GIUSEPPE CON IL PATROCINIO DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE E LA SPONSORIZZAZIONE DELLA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI FAENZA.

 

Il Comitato, presa visione delle schede di valutazione compilate dal pubblico partecipante alle nove recite che si sono susseguite dall'8 gennaio al 13 marzo, dopo ampia valutazione delle modalità del concorso e degli elementi di valutazione e giudizio (regia, scenografia e copione compresi) ha così deliberato:

-PIATTO IN CERAMICA del laboratorio Sangiorgi offerto dalla BANCA DI CREDITO COOPERATIVO Di Faenza per la compagnia terza classificata:

Compagnia Cinecircolo del Gallo di Forlì con la commedia E PARSOT DE SIGNOR tre atti comici di Giovanni Spagnoli e regìa di Mario Ravera per la razionale trama, il buon ritmo e le capacità interpretative evidenziate, con particolare citazione a Walter Rabiti, ottimo nel personaggio non facile di Don Aldo.

-PIATTO IN CERAMICA del laboratorio Sangiorgi offerto dalla BANCA DI CREDITO COOPERATIVO di Faenza per la compagnia seconda classificata:

Compagnia La Rumagnola di Bagnacavallo con la commedia MI ZEI LIBORI, tre atti brillanti di Bruno Marescalchi e regia di Arturo Parmiani per la validità del testo,il supporto di notevoli individualità interpretative e dall'impiego di un vernacolo estremamente preciso e di sicura efficacia che ha apportato folate di gioiosa vitalità tipicamente romagnola.

-PIATTO IN CERAMICAdel laboratorio Sangiorgi offerto dalla BANCA DI CREDITO COOPERATIVO di Faenza per la compagnia prima classificata:

Compagnia amici del teatro di Cassanigo con la commedia FET SCHIRZ CHE FA L'AMOR due tempi comici di Aldo De Benedetti, Lilia Flamigni, Francesco Pirazzolicon la regia di Alfonso Nadiani per aver reso vitale, naturale e genuino lo spaccato di vita di una coppia con le scontrosità, le intolleranze, i sogni, i desideri e le illusioni che spesso si ritrovano anche nei piccoli e banali avvenimenti quotidiani evidenziati e realizzati con un funzionale raccordo tra esigenze sceniche e registiche da una compatta ed omogenea maturità artistica dimostrata da tutti gli interpreti.

Il Comitato infine, anche a nome degli organizzatori, nel ringraziare gli ospiti e tutte le restanti compagnie che ancora una volta hanno dimostrato preparazione, teatralità ed impegno, saluta il pubblico che ha sempre assistito con profonda attenzione e competenza dando appuntamento per il prossimo anno (sarà il 20° concorso) e poiché siamo in periodo pasquale augura in anticipo una buona Pasqua. Ed ora la scena è tutta della Cumpagnì dla Zercia, vincitrice del concorso del 2000 che con lo spettacolo RIDAR DA MURI' di Paolo Maltoni e regìa di Claudio Tura allieterà la serata. Buon divertimento (p. il Comitato Lauro Timoncini )

 

 


 

20a RASSEGNA- CONCORSO (2001)

 

Da questa Rassegna cambia parte del regolamento:

-nuova composizione della giuria, composta da tre persone scelte dall'organizzazione e quattro scelte a sorteggio la prima sera di spettacolo fra gli abbonati alla Rassegna

-il pubblico riceve ogni sera una cartella per assegnare a ogni attore un voto da 1 a 10

-vengono indetti i premi al miglior attore e alla migliore attrice protagonisti e al miglior attore e alla migliore attrice non protagonisti che risulteranno dalla media delle votazioni del pubblico

-ogni giorno di spettacolo sarà esposto il risultato delle votazioni del pubblico della serata precedente. L'ultima sera saranno esposti i tabelloni di tutte le votazioni.

-sarà comunicato il beneficiario della serata di beneficenza

-le comunicazioni al pubblico e le premiazioni saranno esposte in dialetto romagnolo, lingua ufficiale della Rassegna

 

Nel libretto della Rassegna e direttamente al pubblico in apertura di Rassegna della 20° edizione viene comunicato che il ricavato della serata di premiazione del 19° Concorso è stato usato per l'adozione di due seminaristi teologi di origine indiana dell' ISTITUTO MISSIONARIO ARALDI DELLA BUONA NOVELLA.

 

13 gennaio 2001 la Compagnia Teatro Popolare Romagnolo di Faenza presenta:

MANCK CUS FERMA MEI L'E ' testo della Compagnia

 

20 gennaio 2001 la Cumpagnì dla Zercia di Forlì presenta:

E PIZGOR DLA NUBILTE'

 

27 gennaio 2001 la Compagnia Sipario Apertodi Lugo presenta:

E PU' I DIS DI METT di L. Flamigni e F. Pirazzoli da On marì par la mi tosa

 

3 febbraio 2001 la Compagnia Cinecircolo del Gallo di Forlì presenta:

I VOLTAGABANA di Guido Lucchini

 

10 febbraio 2001 la Compagnia La Rumagnola di Bagnacavallo presenta:

QUAND CL'AI VO L'AI VO di Guido Lucchini

 

17 febbraio 2001 la Compagnia G.A.D. Di Lugo presenta:

AFERI E SALUT di Aldo Pisani

 

3 marzo 2001 la Compagnia E Carador di Forlì presenta:

PREMA O DOP, IS ' CUNSOLA TOT di Luigi Antonio Mazzoni

 

10 marzo 2001 la Compagnia La Compagine di Lugo presenta:

FAFI' DA LA PAIA di Paolo Parmiani

 

17 marzo 2001 la Cumpagneia de bonumor di Granarolo Faentino presenta:

E SBADAI L'E' INVIGIOS di Paolo Maltoni

 

Il 24 marzo 2001 premiazione seguita dalla Commedia UNA VACANZA PREMI , la vera storia dla Marchesa d' Casanigh di Fosco Baboni interpretata dalla Compagnia Amici del teatro di Cassanigo, vincitori della 19 a edizione.

 

PREMIAZIONI DEGLI ATTORI IN BASE ALLE VOTAZIONI DEL PUBBLICO CON PIATTI DEDICATI IN CERAMICA del laboratorio SANGIORGI

premio miglior attore protagonista a WALTER RABITI che ha interpretato OSVALDO CORTI nella commedia I VOLTAGABANA della Compagnia Cinecircolo del Gallo di Forlì

premio migliore attrice protagonista a DANIELA MANCINI che ha interpretato LINDA nella commedia PREMA O DOP IS CUNSOLA TOT della Compagnia E Carador di Forlì

premio migliore attore non protagonista a GIUSEPPE RAVAIOLI che ha interpretato FAFI' nella commedia I VOLTAGABANA della Compagnia Cinecircolo del Gallo di Forli'

premio migliore attrice non protagonista a MILENA FACCHINI che ha interpretato CESIRA nella commedia MANCK CUS FERMA MEI L'E' della Compagnia Teatro Popolare Romagnolo di Faenza

 

 

La Giuria, composta da tre membri scelti dalla direzione e quattro sorteggiati fra gli abbonati, la prima serata, presieduta dal prof Enrico Argnani ha così scelto:

 

E giudèzi d'la giureja.

Ringraziend toti al cumpagnej, gli urganizadur e tot quent ch'j ha contribuì a fé stè cuncors, la giureja la saluta e poblic afeziuné ch'l'è sté present in sela tott al ser. U jè da dì che toti al cumpagnej agl'j è stedi brevi e e poblic ugl' ha tant applaudidi: La scelta l'ha presenté tanti dificultè, parchè al premi trè agli è stedi cunsideredi a e stess livel. E questa l'è la cunclusion:

-A è terz post ai miten E PIZGOR D'LA NUBILTE' d'la Cumpagnì dla Zercia ad Furlè cun la regeja ad Claudio Tura. L'è ste un bel test che non solo l'ha fat divartì, ma l'ha fat nench pinsè. Gli atur jè stè brev con una prunonzia da ver rumagnùl. Bona la regeja e nench la trama cl'ha cunquisté la plateia.

-A è sgond post ai miten I VULTAGABANA ad Guido Lucchini d'la cumpagneia Cinecircolo del Gallo ad Furlè cun la regeja ad Roberto Montalbini. La s'ha fat avdé un scorrar sciolt e brilant. Una bona prunonzia e un argument caraterestic dla storia e dla cultura dla nostra Rumagna.

-A è prem post ai miten QUAND CL'AJ VO' L'AJ VO' ad Guido Lucchini, reziteda da la cumpagneja La Rumagnolaad Bagnacaval e la regeja d'Arturo Parmiani. L'è una storia propi vera sustnuda da forti identité d'interpretazion. Gli atur ie sté brev a rezitè in tot i tri ètt, ciacarend e vér rumagnol. La cumpagneja l'ha sempar tnu elt l'intares de poblic che ben e spess l'ha applaudì a scena averta.

 

Letta dal Presidente in dialetto ecco la traduzione italiana:

 

Giudizio della Giuria

 

Ringraziando tutte le Compagnie, gli organizzatori e quanti hanno permesso anche quest'anno lo svolgimento di questo Concorso, la Giuria rivolge un caloroso saluto all'affezionato pubblico, che ha seguito con grande interesse tutte le serate.

Dunque, precisato poi che tutte le commedie in concorso sono state brave ed hanno avuto molti applausi dal numeroso pubblico, la Giuria riguardo alle prime tre classificate ha da dire una cosa molto importante: la differenza fra le prime tre è quasi nulla, perchè in tutte e tre, le storie, le recitazioni e le compagnie sono state tutte di buon livello. Quindi la scelta è stata piuttosto difficile, ma la conclusione è questa:

-Al terzo posto si è classificata la commedia E PIZGOR DLA NUBILTE' della Cumpagnì dla Zercia di Forlì per la regia di Claudio Tura; che ha presentato un buon testo che non solo divertiva, ma faceva anche pensare: gli attori sono stati bravi con una pronuncia da veri romagnoli. La Buona qualità della regia e l'intreccio della trama ha conquistato la platea.

Al secondo posto si è classificata la commedia I VOLTAGABANA di Guido Lucchini della Compagnia Cinecircolo del Gallo di Forlì per la regia di Roberto Montalbini; che ci ha fatto vedere una recitazione sciolta e brillante, una buona pronuncia e un argomento caratteristico della storia e della cultura della nostra Romagna.

Al primo posto si è classificata la commedia QUAND CL'AI VO L'AI VO di Guido Lucchini della Compagnia La Rumagnola di Bagnacavallo, per la regia di Arturo Parmiani ; che ha presentato una storia molto vera (credibile), sostenuta da forti individualità interpretative. Gli attori sono sempre stati per tutti i tre atti dei veri artisti della recitazione, parlando un dialetto proprio romagnolo. La compagnia era ben affiatata e ha tenuto sempre alto l'interesse del

pubblico, che bene e spesso ha applaudito a scena aperta

 

La serata ha visto anche la consegna di un premio particolare a Don Dionisio Vittorietti, parroco ideatore della Rassegna e a Roberto Piazza che di questa rassegna è stato per vent'anni lo stratega. A Roberto è stato consegnato un piatto in ceramica del laboratorio di Giuliano e Jacopo Vitali. Gli altri piatti in ceramica sono del laboratorio Sangiorgi,da anni ceramista di fiducia dell'organizzazione.

 

 

 


 

21a RASSEGNA CONCORSO (2002)

 

Nel libretto della rassegna viene dichiarato che l'incasso dell'ultima serata della 20a edizione è stato inviato all'Istituto Missionario Araldi della Buona Novella che ha scelto come seminaristi adottati due ragazzi indiani LUIE POTHANAMA e JOSE JOHN KANIAN KUNNEL, ora in seminario a Varazze e al primo anno di Teologia a Genova.

 

12 gennaio 2002 la Compagnia Teatro Popolare Romagnolo di Faenza presenta:

E ZIRCUL DAL VEDVI di Adriana Andalò

 

19 gennaio 2002 la Compagnia Cinecircolo del Gallo di Forlì presenta:

GAGLIUNAZ di Alfredo Pitteri

 

26 gennaio 2002 la Compagnia La Compagine di Lugo presenta:

FRICANDO' di Paolo Parmiani

 

2 febbraio 2002 la Compagnia Giovani di Chiusura presenta:

AMOR E QUATREN

 

16 febbraio 2002 Il Gruppo Comico Dialettale De Bosch presenta: due farse:

STATI INTERESSANTI

CHI VIGLIECH DI BAJOCH

 

23 febbraio 2002 la Cumpagneia de bonumor di Granarolo Faentino presenta:

I FASUL CUN LA CODGA di Gian Paolo Mattei

 

2 marzo 2002 la Cumpagnì dla Zercia di Forlì presenta:

A E MOND A SBGLIE' TOTT (la mosca in te lat) di G Spagnoli

 

9 marzo 2002 la Compagnia G.A.D. di Lugo presenta:

SE U JE' DA GARAVLE' A VEGN NECA ME' di G. Canducci

 

16 marzo 2002 la Compagnia Amici del teatro di Cassanigo presenta:

QUAND E GALL E BEDA AL GALEN da Pinsion Disgrazia di G.Tosi e M.Mosconi

 

23 marzo 2002 ha luogo la premiazione seguita dalla Commedia LA CA D'ISIDORI della Compagnia La Rumagnola vincitrice della 20a edizione.

 

PREMIAZIONE DEGLI ATTORI IN BASE ALLE VOTAZIONI DEL PUBBLICO CON PIATTI DEDICATI IN CERAMICA del laboratorio SANGIORGI LUCIANO:

 

premio miglior attore protagonista a GIANNI PARMIANI della Compagnia La Compagine di Lugo per l'interpretazione in Fricandò

premio migliore attrice protagonista a ELENA REGGIANI della Compagnia Teatro Popolare Romagnolo di Faenza che in E zircul dal vedvi ha interpretato Rosina

premio miglior attore non protagonista a PAOLO PARMIANI della Compagnia La Compagine per l'interpretazione in Fricandò

premio migliore attrice non protagonista a RITA SANDRINI della Compagnia Amici del Teatro di Cassanigo per l'interpretazione di Jolanda de bosch nella Commedia Quand e gall e beda al galen

 

ANCHE I PIATTI IN CERAMICA DELLA PREMIAZIONE DELLE COMPAGNIE sono del laboratorio Sangiorgi Luciano

 

Per la Giuria, composta da tre membri scelti dalla direzione (Argnani Enrico, Pozzi Giuseppe, Minghetti Arnaldo ) e da quattro membri sorteggiati fra gli abbonati , il prof. Enrico Argnani legge in dialetto romagnolo il presente verbale:

 

LA VINTCIUNESIMA EDIZIO' DE CUNCORS TEATROINSIEME

 

E nostar ringraziament e va a tot al cumpagnej, a j urganizadur e a tot quent qui che i s'è dè da fè nenc st'an par e cuncors. La giureja la saluta e la ringrazia e poblic afeziunè cl'ha seguì cun grand intarès al nov seredi. Cminzend a dì che toti al cumegi a gl'è stedi beli e a gl' j ha avù tent aplèus, avlen fè un ricord particuler par la cumicitè a Parmiani par e su Fricandò e a qui de Bosch par al su fèrsi, du mud ad fè cumegia difaret da chietar. La giureja l'aj ten a dì che la difarenza fra al trè cumpagnej premiedi l'è propi znina e toti trè al cumpagnej a gl'j è stedi brevi. La scelta l'è steda difezla e questa l'è la cunclusiò:.

 

A E' TERZ POST u jè la cumegia AMOR E QUATREN dla Cumpagneja zuvan ad Chiusura cun la regèja ad Luciano Farnè, cl'ha presentè un dscors che non sol e divartiva, ma e faseva nenc pinsé. Parfina j autur zuvan jè sté brev. La bona qualitè dla regèja e l'ingarboj dla trama l'hà cunquistè e poblic.

A E' SGOND POST u jè la cumegia QUAND E GALL E BEDA AL GALEN dla cumpagneja Gli amigh de teatar ad Casanigh cun la regèja d'Alfonso Nadiani. La s' ha fat avdé un mod rezitè sciolt e brilant, una prunonzia e un argument propi dla storia e dla cultura rumagnola, cun dal beli impruvisedi.

A E' PREM POST u jè la cumegia A E MOND A SBAGLIE' TOT dla Cumpagnì dla Zercia ad Furlè, cun la regèja ad Claudio Tura , cl'ha presentè una storia cl'ha dla realtè, sustnuda da atur veramet brev. I tri èt jè sté muvimenté, sciolt cun una interpretazion da ver atur ad teatar, con una prunonzia rumagnola s-cèta. La cumpagneia l'era bè miscieda e l'hà tnu sempar elt l'intares de poblic che ben e spes l'ha applaudì a scena averta. La regèja l'è steda un bel po' cureda e l'hà cunvent. Pusitiv jè sté i sentiment de cupiò che oltar a divartì l'ha dè di bon insegnament.

 

 

Ed ecco la traduzione italiana

 

VENTUNESIMO CONCORSO TEATROINSIEME

 

Ringraziando le compagnie, gli organizzatori e quanti hanno permesso anche quest'anno lo svolgimento di questo Concorso, la Giuria rivolge un caloroso saluto all'affezionato pubblico che ha seguito con grande interesse le 9 rappresentazioni.

Dunque, precisato poi che tutte le Commedie in Concorso sono state belle ed hanno avuto molti applausi del numeroso pubblico, un particolare apprezzamento va alla comicità di Fricandò di Paolo Parmiani e alle due farse del Gruppo Comico Dialettale De Bosch che però un po' si sono staccate dalle commedie vere e proprie della Rassegna.

La Giuria, riguardo alle prime tre classificate ha da dire una cosa molto importante: la differenza fra le prime tre è quasi nulla, perchè in tutte e tre, le storie, le recitazioni e le compagnie sono state tutte di buon livello. Quindi la scelta è stata piuttosto difficile, ma la conclusione è questa:

-Al terzo posto si è classificata la commedia AMOR E QUATREN Della Compagnia Giovani di Chiusura per la regia di Luciano Farnè, che ha presentato un buon testo che non solo divertiva, ma faceva anche pensare: gli attori, soprattutto giovani, sono stai bravi. La buona qualità della regia e l'intreccio della trama ha conquistato il pubblico.

-Al secondo posto si è classificata la commedia QUAND E GALL E BEDA AL GALEN della compagnia Amici del teatro di Cassanigo per la regia di Alfonso Nadiani, che ci ha fatto vedere una recitazione sciolta e brillante, una buona pronuncia e un argomento caratteristico della storia e della cultura romagnola, con colpi di scena veramente spettacolari.

-Al primo posto si è classificata la commedia A E MOND A SBAGLIE' TOT della Cumpagnì dla Zercia di Forlì, per la regia di Claudio Tura, che ha presentato una storia molto vera, (credibila) sostenuta da attori molto bravi. I tre atti sono sempre stati vivaci, sciolti, con interpretazioni da veri artisti di teatro, con una schietta pronuncia romagnola. La Compagnia era ben affiatata e ha tenuto sempre alto l'interesse del pubblico che bene e spesso ha applaudito a scena aperta. La regia è stata molto curata e convincente. Il testo è stato molto positivo per i valori che conteneva e per come ha saputo unire comicità e profondità di insegnamenti.

 

 


 

22a RASSEGNA CONCORSO (2003)

 

Sul libretto della Rassegna e in apertura di rassegna il Parroco comunica che il ricavato dell'ultima serata della 21a edizione è servito a rinnovare l'adozione dei due Seminaristi indiani dell'Istituto Araldi della Buona Novella.

 

11 gennaio 2003 la Compagnia QUI D'PZOL (Pezzolo di Russi) presenta:

AS MARIDE' E PREM DE' CHE PIOV! di D. Bucci e G. Benazzi

 

18 gennaio 2003 la Compagnia LA CAVEJA di Ravenna presenta:

TARSENT MELA FRENCH di Bruno Marescalchi

 

25 gennaio 2003 la Compagnia dialettale DE BOSCH di Gambettola presenta:

ANDEMA A LA GITA 

E PREM AMAOUR UN'SCORDA MAI

 

1 febbraio 2003 la CUMAPAGNEIA DE BONUMOR di Granarolo Faentino presenta:

L'ERBA CATIVA L'AN MOR MAI di Guido Lucchini

 

8 febbraio 2003 la Compagnia SIPARIO APERTO di Lugo presenta:

VALA', VALA' CHE T'AT ARDUS libero adattamento di L. Flamigni e F. Pirazzoli da L'uomo che sorride di L. Bonelli e A De Benedetti

 

15 febbraio 2003 la Compagnia T.P.R. Doppio Gioco presenta: fuori concorso:

LA BUSEJA di Alfredo Visani

 

22 febbraio 2003 la Compagnia G.A.D. CITTA' DI LUGO presenta:

L'INGAMBARLE' di Bruno Marescalchi

 

8 marzo 2003 la Compagnia Cinecircolo del Gallo di Forlì presenta:

A.S.M.A. (Agenzia Segreta Matrimoni Affini ) di Celati e Forti

 

15 marzo 2003 la Compagnia TEATRO ROMAGNOLO CITTA' DI FAENZA presenta:

TOT A SEN UN PO' TOC di Bruno Gondoni

 

22 marzo 2003 la Compagnia AMICI DEL TEATRO di Cassanigo presenta:

L'E' ZUZEST A CASANIGH, IN VIA GRIFONA tradotti in dialetto romagnolo da Adess j'enn tutt a post di Giorgio Tosi

 

29 marzo 2003 la Compagnia LA RUMAGNOLA di Bagnacavallo presenta:

LA BURDELA INCAJEDA di Bruno Marescalchi

 

 

Il 5 aprile ha luogo la premiazione seguita dalla Commedia LA PIGNATA DE PASADOR di G. Longanesi interpretata da la Cumpagnì dla Zercia di Forlì, vincitrice della 21a edizione.

 

Novità dell'anno:

-il maggior numero delle Commedie

-la collaborazione della direzione con la COMPAGNIA T.P.R. DOPPIO GIOCO che hapresenta:to la propria commedia fuori concorso

-la prevendita in tre negozi di Faenza:

--TABACCHERIA TRAMONTI in via Dal Pozzo 1 -periferia Nord

--DROGHERIA PROFUMERIA OSSANI Corso Garibaldi 10/A – centro

--MERCERIA L'OCCHIELLO Corso Europa 41 – periferia Sud

 

PREMIAZIONE DEGLI ATTORI IN BASE ALLE VOTAZIONI DEL PUBBLICOCON PIATTI DEDICATI IN CERAMICA DEL LABORATORIO SANGIORGI LUCIANO:

 

premio migliore attore protagonista a ROBERTO VALLI,che ha interpretato Mario nella Commedia As maridè e prem dè che piov della Compagnia QUI AD' PZOL

premio migliore attrice protagonista a AMBRA SANGIORGI che ha interpretato Santina nella Commedia L'è zuzest a Casanigh in via Grifona della Compagnia Amici del Teatro

premio miglior attore non protagonista a ALFONSO NADIANI che ha interpretato Piero nella Commedia L'è zuzest a Casanigh in via Grifona della Compagnia Amici del teatro

premio migliore attrice non protagonista a GAUDENZI che ha interpretato Adriana nella Commedia L'è zuzest a Casnigh in via Grifona della Compagnia Amici del teatro di Cassanigo

 

ANCHE I PIATTI IN CERAMICA DELLA PREMIAZIONE DELLE COMPAGNIE SONO DEL LABORATORIO SANGIORGI LUCIANO DI CORSO EUROPA 134/a FAENZA

 

Per la Giuria, composta da tre membri scelti dalla direzione (Argnani Enrico,. Pozzi Giuseppe, Minghetti Arnaldo ) e da quattro membri sorteggiati fra gli abbonati, il Presidente il prof Enrico Argnani da lettura in dialetto del presente verbale:

 

Vinduesum Cuncors ad Teatar Dialetel Rumagnol TEATROINSIEME

Quest e verbèl dla giureja:

Prema d'lezar la clasefica de cuncors, la Giureja la saluta e la ringrazia calurosament e poblich cl'ha sempar seguì cun interès e pasion la manifestazion, la ringrazia al cumpagnej e tot j urganizadur che j a purtè a la fèn e cuncors a la faza dl'influeza ch' as ha fat un po' impazì. Tot al cumpagnej a gl'è stedi a l'alteza, par serietè e impegn, a è compit richiest. Al cumeg prsentedi a gl'j ha divartì e sudisfat e poblich. Al decision dla Gureja agl'jè stedi fati a l'unanimitè, Quèst e risultet:

-TERZA CLASIFICHEDA la Cumpagneja De Bosch ad Gambettola cun do fers ANDEMA A LA GITA e E PREM AMAOUR UN'SCORDA MAI cl'ha fat spatachè e poblich dal rised par l'uriginalitè dal situazion e la bèla interpretazion. J apleus a scena averta j ha dè la msura de divertiment.

-SGONDA CLASIFICHEDA la Cumpagneja Amici del teatro ad Casanigh regeja di Alfonso Nadiani cun L'E' ZUZEST A CASANIGH IN VIA GRIFONA cumegia cun ambientazion caraterestica rumagnola un curtil, una stòria reéla, persuneg credebil, una bèla recitazion, tanta spuntaneitè; brev i zuvan e tant apleus.

-PREMA CLASIFICHEDA la Cumpagneja La Rumagnola d'Bagnacavall, regeja d'Arturo Parmiani cl'ha presentè LA BURDELA INCAJEDA d'Bruno Marescalchi.La cumegia atravers una trama cl'at ten 'alè, la s'ha mustrè la vita dla nostra campagna di temp indrì, pina d'lavor masacrant,d' sntiment e granda umanitè. J atur j è ste brev tot, un dialet rumagnol s-cèt e divertent, spuntaneitè prufesiunela, bela la scena dla cà d'campagna d'una volta, tent e longh i batiman.

 

Ades divartiv cun la cumegia La pignata de Pasador d' Giuseppe Longanesi. Regeja d'Claudio Tura, presenteda da la Cumpagnì dla Zercia d'Furlè dedichèda a tot al compagnei d'ste Vinduèsum cuncors.

 

 

Ed ecco la traduzione italiana:

 

22° Concorso TAETROINSIEME

GIUDIZIO DELLA GIURIA

La Giuria rivolge un caloroso saluto all'affezionato pubblico che anche in questa 22° edizione ha voluto seguire con grande interesse le rappresentazioni e ringrazia tutte le Compagnie, gli Organizzatori e tutti coloro che hanno permesso lo svolgimento della rassegna 2003, che è riuscita bene nonostante le insidie dell'influenza. C'è da dire che le varie Commedie in concorso hanno divertito il pubblico, che tutte le Compagnie sono state brave e hanno incontrato il gradimento degli spettatori. La giuria vuole precisare che le decisioni sono state tutte prese all'unanimità.

Per le prime tre classificate queste le conclusioni:

-AL TERZO POSTO si sono classificate le due farse ANDEMA A LA GITA e E PREM AMAOUR UN'SCORDA MAI de La Compagnia dialettale DE BOSCH di Gambettola, che hanno trascinato il pubblico in esilaranti risate per la originalità delle situazioni e per la spontaneità delle battute tipicamente romagnole. I numerosi applausi hanno dato la misura di quanto la gente si sia divertita.

-AL SECONDO POSTO si è classificata la commedia L'E' ZUZEST A CASANIGH IN VIA GRIFONA de La Compagnia Amici del Teatro di Cassanigo per la regia di Alfonso Nadiani, che presentando un testo e una ambientazione caratteristici dei nostri paesi di Romagna ( i curtil) ha saputo descrivere personaggi e storie vere esposte con buona pronuncia e spontaneità convincente. Bravi gli attori, anche i più giovani, che hanno avuto molti gli applausi a scena aperta

-AL PRIMO POSTO si è classificata la commedia LA BURDELA INCAJEDA de La Compagnia La Rumagnola di Bagnacavallo, per la regia di Arturo Parmiani. I tre atti brillanti di Bruno Marescalchi hanno raffigurato, attraverso una trama avvincente, la vita delle nostre campagne nel secolo scorso fatta di duro lavoro, ma ricca di forti sentimenti e di profonda umanità.

Gli attori sono stati dei veri artisti della recitazione parlando un dialetto proprio romagnolo. La scenografia, curata e fedele all'ambiente descritto, ha contribuito a rendere lo spettacolo attraente e godibile, come i numerosi e lunghi applausi hanno dimostrato.

 

E adesso BUON DIVERTIMENTO a tutti con la Commedia LA PIGNATA DE PASADOR presentata da La Cumpagnì dla Zercia di Forlì con la regia di Claudio Tura, offerta in onore delle compagnie che hanno recitato in questo 22° Concorso TEATROINSIEME

 

 

 


 

23a RASSEGNA CONCORSO (2004)

 

Il libretto della Rassegna ed in apertura di Rassegna il Parroco comunicano che anche quest'anno abbiamo mantenuto con il ricavato della serata finale della 22a edizione l'adozione dei due seminaristi indiani. Uno di loro, Giuseppe, o meglio Jose Jhone Kaniayankunnel, è venuto a Faenza da Varazze, dove è in Seminario, a trovarci.

 

 

 

10 gennaio 2004 il Gruppo Teatrale La Compagine di Lugo presenta:

FATIFAZZ (...la telecumegia) di Paolo Parmiani

 

17 gennaio 2004 la Filodrammatica Casa del Fanciullo di Imola presenta:

GUERDA ADA...BEDA IDA di G.Tosi e V.Fiorini in dialetto imolese a cura di G. Fazziani

24 gennaio 2004 la Compagnia Cinecircolo del Gallo di Forlì presenta:

BONA NOTA AVUCHET! di Alfredo Pitteri

 

31 gennaio 2004 la Compagnia La Compagine di San Tomè di Forlì presenta:

S'UL SAVES E' MI MARID di Giovanni Spagnoli

 

7 febbraio 2004 la Cumpagneia de bonumor di Granarolo Faentino presenta:

TAIADEL E CAPLET... DASVJDANIA di Gian Paolo Gattei

 

14 febbraio 2004 la Cumpagnì dla Zercia di Forlì presenta:

E NID DLA FARLOTA di G Spagnoli e P. Maltoni

 

28 febbraio 2004 la Compagnia TEATRO POPOLARE CITTA' DI FAENZA presenta:

GIGI' E GARZON DI FRE' di A. Baerdondini

 

6 marzo 2004 la Cumpagnì dla Parochia ad Carpena di Carpena Forlì presenta:

L'UDOR DAL VIOL di Paolo Maltoni

 

13 marzo 2004 la Compagnia Giovani di Chiusura di Imola presenta:

TERRITORI DI CACCIA di Luigi Antonio Mazzoni

 

20 marzo 2004 la Compagnia Amici del Teatro di Cassanigo presenta:

AMOR IN CA' DE PRIT tratto da Amor segreto in canonica di Pio Bosi

 

27 marzo 2004 la Compagnia La Caveja e Ravgnana di Ravenna presenta:

AL BRAGHIRI di Corrado Contoli

 

 

Il 3 aprile ha luogo la premiazione, seguita la Commedia MI ZEI LIBORI di Bruno Marescalchi interpretata dalla Compagnia La Rumagnola di Bagnacavallo, vincitrice della 22 a edizione.

 

PREMIAZIONE DEGLI ATTORI IN BASE ALLE VOTAZIONI DEL PUBBLICO CON PIATTI DEDICATI IN CERAMICA del laboratorio di SANGIORGI LUCIANO

 

premio migliore attore protagonista a EZIO BATTISTINI della Cumpagnì dla Zercia di Forlì che ha interpretato Fafì nella commedia E nid dla farlota

premio migliore attrice protagonista a LORETTA FIUMANA della Cumpagnì dla Zercia di Forlì che ha interpretato Cesira nella commedia E nid dla farlota

premio miglior attore non protagonista a ALFONSO NADIANI della Compagnia Amici del Teatro di Cassanigo che ha interpretato Tugnet nella Commedia Amor in ca de prit

premio migliore attrice non protagonista a LUISA ZANELLI della Compagnia Giovani di Chiusura che ha interpretato La nonna nella Commedia Territori di caccia

Anche le Compagnie vincenti sono state premiate con piatti in ceramica del laboratorio Sangiorgi Luciano, Corso Europa134/a Faenza

 

La Giuria composta da tre membri scelti dalla direzione (Argnani Enrico, Pozzi Giuseppe,Mimghetti Arnaldo) e da quattro membri sorteggiati fra gli abbonati, ha emesso il presente verdetto che il Presidente, prof Enrico Argnani, ha letto in dialetto romagnolo:

 

La Vintresima edizion de Cuncors TEATROINSIEME

 

Prema d'tot , avlen ringrazie al cumpagnej, j urganizatur e tot quent qui chi s'è dà fè nenca st'an par la bona riuscida de cuncors.

La Giureja la saluta e la ringrazia e poblic afeziunè e numeros, cl'ha seguì cun grand interes agl'11(ong) seredi, cminzend a dì che toti al cumegi agl' j è stedi beli e al s'ha fat divartì, avlen fè un arcord particuler e un caluros batimani, a e spetacul FATIFAZZ (... la telecumegia) ch'l'è ste uriginel e un po' divers da chjetar, par la cumucitè d'la fameja Parmiani.

La Giureja l'ai ten a dì che la difareza fra la trè cumpagnei premiedi l'è propi znina e toti al tre cumegi agl' j ha avù un gran suncess. Al decision dla Giureja agl'j è stedi fati a l'unanimitè.

Quest e risultet:

A E' TERZ POST u j è la cumegia E NID DLA FARLOTA dla Cumpagnì dla Zercia di Forlì cun la la regeja ad Claudio Tura, cl'ha presentè un argument di temp pasé, propi dla storia e dla cultura rumagnola. La bona qualitè dla regeja e la bravura d'tot i atur, l'ha cunquistè e poblic che bene e spes l'ha applaudì a scena averta;

A E' SGOND POST u j è la cumegia TERRITORI DI CACCIA dla Cumpagneia Giovani di Chiusura di Imola cun la regeja ad Luciano Farnè, cl'ha presentè una storia cl'è ciapa da e temp present pina ad beli impruvisedi. Una bèla recitazion, tanta spuntaneitè, brev i zuvan e tent apleus;

A E' PREM POST u j è la cumegia AMOR IN CA' DE PRIT cun la regeia ad Alfonso Nadiani, cl'ha preesentè un argument cun ambientazion caraterestica rumagnola. I tri temp j è ste sempar muvimenté, sciult e sustnù da na bòna interpretazion e da na prunonzia rumagnola s-cèta. La cumpagneja l'era bè mis-cèda e l'ha tnù sempar elt l'intares de poblic cu s'è divartì e l'è ste generos ad batimani.

E adess gudiv la cumegia MI ZEI LIBORI dla cumpagneia La Rumagnola d'Bagnacavall

 

Ecco la traduzione italiana:

 

VENTITREESIMA EDIZIONE DEL CONCORSO TETROINSIEME

Prima di tutto vogliamo ringraziare le Compagnie, gli organizzatori, e quanti si sono prodigati perchè anche quest'anno il Concorso riuscisse bene.

La Giuria saluta e ringrazia il pubblico affezionato e numeroso che ha seguito con grande interesse le undici serate, premettendo che tutte le Commedie sono state belle ed hanno divertito.

Una menzione particolare e un caloroso battimani allo spettacolo FATIFAZZ (...la telecumegia ) per l'originalità, la sua diversità dalle altre, per la comicità della famiglia Parmiani.

La Giuria ci tiene a sottolineare che fra le prime tre classificate piccola è stata la differenza e tutte hanno riscosso un gran successo. Le decisioni della Giuria sono state prese

all'unanimità.

-AL TERZO POSTO la Commedia E MOND DLA FARLOTA della Cumpagnì dla Zercia di Forlì con la regia di Claudio Tura, che ha presentato un fatto del tempo passato, legato alla storia e alla cultura romagnola. La buona qualità della regia e la professionalità di tutti gli attori hanno conquistato il pubblico che frequentemente ha applaudito a scena aperta.

-AL SECONDO POSTO la Commedia TERRITORI DI CACCIA della Compagnia I giovani di Chiusura di Imola, con la regia di Luciano Farnè. Ha presentato una storia di oggi con tante sorprese. Bella la recitazione, tanta scioltezza, bravi i giovani e tanti gli applausi

-AL PRIMO POSTO la Commedia AMOR IN CA' DE PRIT della Compagnia Amici del Teatro di Cassanigo con la regia di Alfonso Nadiani che ha presentato un testo aderente alla vita romagnola. I tre tempi hanno mantenuto un tono alto con scioltezza, buona interpretazione e appropriata pronuncia romagnola. La Compagnia, ben compaginata, ha sempre riscosso l'interesse del pubblico che ha dimostrato il proprio gradimento con generosi battimani.

E adesso godetevi la Commedia MI ZEI LIBORI della Compagnia La Rumagnola di Bagnacavallo.

 

 

 

 


 

 

24a RASSEGNA CONCORSO (2005)

 

Il libretto della Rassegna ed il Parroco apertura della Rassegna comunicano con gioia che i ragazzi seminaristi indiani, da anni in adozione con il ricavato dell'ultima serata della Rassegna (compreso quello della 23 a edizione), sono stati ordinati sacerdoti in India nel periodo natalizio.

 

 

8 gennaio2005 il Gruppo Teatrale La Compagine di Lugo presenta:

FRICANDO' 2... il ritorno di Paolo Parmiani

 

15 gennaio 2005 il Teatro Romagnolo Città' di Faenza presenta:

SO E ZO ' PR'AL SCHEL di Ermanno Cola

 

22 gennaio 2005 Il Gruppo di teatro dialettale Cunpagnì dla Parochia di Carpena Forlì presenta:

POVAR GEVAL di Guido Lucchini

 

29 gennaio 2005 la Cumpagneia de bonumor di Granarolo Faentino presenta:

LA RUFIANEDA di Guido Lucchini

 

12 febbraio 2005 la Compagnia G.A.D. Città di Lugo presenta:

FATTORIA CA' DI ZOPP (neca i zopp i zira drett) tratto da da Quinault, Labiche, Novelli da Daniele Tassinari

 

19 febbraio 2005la Compagnia dialettale Qui d'Pzol (Pezzolo di Russi ) presenta:

L'AMOR RUBE' di D. Bucci e G. Benazzi

 

26 febbraio 2005 il gruppo teatrale s. Severo di Ponte Nuovo di Ravenna presenta:

TRE GATI DA PLER di Remo Bosi

 

5 marzo 2005 la Compagnia Sipario Aperto di Lugo presenta

CHI EL STE' ? di Lilia Flamignie Francesco Pirazzoli

 

12 marzo 2005 la Compagnia Cinecircolo del Gallo di Forlì presenta

UNA BUBANA ICE' L'AN PO' DURE' di Alfredo Pitteri

 

19 marzo 2005 la Cumpagnì dla Zercia di Forlì presenta

GIGION E VA IN TI FRE' di Bruno Marescalchi

 

2 aprile 2005 lo spettacolo previsto non è stato effettuato per la morte di Papa Giovanni Paolo II

 

9 aprile Premiazione seguita dalla Commedia MARIULI' LA FA I PI ' ROSS liberamente tratta da Quaranta, ma non li dimostra di Peppino De Filippo interpretata dalla Compagnia Amici del Teatro di Cassanigo, vincitrice della 23 edizione

 

 

PREMIAZIONE DEGLI ATTORI IN BASE ALLE VOTAZIONI DEL PUBBLICO CON PIATTI IN CERAMICA DEDICATI del laboratorio SANGIORGI LUCIANO, Corso Europa 134/a Faenza

 

premio miglior attore protagonista a EZIO BATTISTINI che ha interpretato Gigion nella Commedia Gigion e va in ti frè della Cumpagnì dla Zercia di Forlì

premio migliore attrice protagonista a LAURA SANSOVINI, che ha interpretato Arpalice nella Commedia Una bubana icè l'an po' durè della Compagnia Cinecircolo del Gallo di Forlì

premio miglior attore non protagonista a PARMIANI in Fricandò 2... il ritorno della Compagnia La Compagine di Lugo

premio migliore attrice non protagonista a LORETTA FIUMANA che ha interpretato Tatina nella Commedia Gigion e va in ti frè della Cumpagnì dla Zercia di Forlì

Con piatti del laboratorio Sangiorgi sono state premiate anche le Compagnie vincitrici

 

La Giuria composta da tre membri scelti dalla direzione (Argnani Enrico, Pozzi Giuseppe, Minghetti Arnaldo ) e da tre membri scelti fra gli abbonati, in quanto purtroppo non si è trovato il quarto disponibile ad accettare,ha elaborato il verbale della premiazione. Il Presidente prof Enrico Argnani ne da lettura in dialetto romagnolo:

 

VINTQUATRESIMA EDIZIO' DE CUNCORS TEATROINSIEME

E nostar ringraziament e va a tott al cumpagnej, a j urganizadur e a tott quent qui che is'è dè da fè nench st'ann par e Cuncors.

La Giurja la saluta e la ringrazia e poblic afeziunè cl'ha seguì cun grand intares al dis seredi. Toti al cumpagnej a gl'j è stedi a l'alteza de compit, par serietè e impegn. Al cumegi presentedi a gl'j ha divartì e suddisfatt e poblic cl'ha applaudì una masa.

La giureja la vo fè un cumpliment particuler a la fameja Parmiani, par la cumicitè e bravura ad FRICANDO' 2

La scelta dla giureja, fata all'unamitè, l'è steda questa:

-A E' TERZ POST: LA RUFIANEDA ad Guido Lucchini presenteda da la Cumpagneja de bonumor ad Garnarol faintè par la regeja d'Vittoria Morganti. La Cumegia, cun ambientazion caraterestica dla nostra tera cun al su batai, l'è steda brllanta e j atur j ha rezitè propi bè.

-A E' SGOND POST: L'AMOR RUBE' ad Bucci e Benazzi, presenteda da Qui d'Pzol (d'Pzol d'Ross ). La Compagneja la s' ha fat avdé un mod ad rezitè sciolt e brilant, una bona prunonzia e un argument uriginel, cun dal beli impruvisedi c'a gli ha appasiunè e poblic.

-A E' PREM POST: GIGION E VA IN TI FRE' ad Bruno Marescalchi, presenteda da La Cumpagnì dla Zercia ad Furlè par la regeja ad Claudio Tura. La cumegia la s'ha presentè una storia di temp pasé cla putreb esar vera, sustnuda da atur verament brev. I tri et j è sempar ste muvimenté sciult cun una interpretazion da veri atur ad teatar, cun una prunonzia rumagnola s-cèta.

La regeja l'è steda un bel po' cureda e l'ha cunvent, parchè sempar e spetacul l'ha tnù elt l'intares de poblic che ben e spes l'ha aplaudì a scena averta.

E adess bon divertiment cun la cumegia MARIULI' LA FA' I PI' ROSS dla cumpagneja Amici del Teatro ad Casanigh

 

 

Ecco la traduzione in italiano:

 

VENTIQUATTRESIMA EDIZIONE DEL CONCORSO TEATROINSIEME

Il nostro ringraziamento alla Compagnie, agli organizzatori, a quanti si sono prodigati anche quest'anno per il Concorso. La giuria saluta e ringrazia il pubblico affezionato che ha seguito con grande interesse le dieci serate. Tutte le Compagnie sono state all'altezza del compito per serietà ed impegno. Le commedie presentate hanno divertito e soddisfatto il pubblico che ha molto applaudito.La Giuria vuole complimentarsi con la famiglia Parmiani per la comicità e la professionalità in FRICANDO' 2.

La scelta della giuria, all'unanimità, è stata questa:

-AL TERZO POSTO: LA RUFIANEDA di Guido Lucchini presentata dalla Cumpagneia de bonumor di Granarolo Faentino per la regia di Vittoria Morganti. La Commedia, ben ambientata nelle battaglie della nostra terra, è stata brillante con buona recita degli attori.

-AL SECONDO POSTO: L'AMOR RUBE' di Bucci e Benazzi, presentata dalla Compagnia Qui d'Pzol (Pezzolo di Russi ). La Compagnia con una recita sciolta e brillante, una buona pronuncia e un argomento originale, con belle sorprese, ha appassionato il pubblico.

-AL PRIMO POSTO: GIGION E VA IN TI FRE' di Bruno Marescalchi presentata dalla Cumpagnì dla Zercia di Forlì con la regia di Claudio Tura. La Commedia, con attori veramente bravi, ha presentato una storia del tempo passato,che potrebbe essere vera. Alto il tono di tutti i tre atti: sciolti con una pronuncia in genuino romagnolo con attori professionali. Molto curata la regia che ha sempre tenuto alto l'interesse del pubblico, che frequentemente ha applaudito a scena aperta.

Ed ora buon divertimento con la commedia MARIULI' LA FA I PI' ROSS della Compagnia Amici del teatro di Cassanigo.

 

L'Assessore Donatella Callegari premia il rappresentante della Cumpagnì dla zercia vincitrice della XXIV edizione.